menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il fascicolo del pm non si trova: rinviato processo per omicidio colposo

Ieri era prevista l’udienza per la morte di un pensionato: nell’addome era stato dimenticato un tubicino di plastica, lo scoprirono a Bologna. A Francavilla venne sottoposto a due interventi inutili secondo la Procura, perse 50 chili

BRINDISI – “Il fascicolo del pubblico ministero non si trova”: il faldone non è stato “rintracciato” e di, conseguenza, non è stato possibile fare altro che rinviare l’udienza del processo per omicidio colposo, al prossimo anno. E’ successo ieri mattina, giovedì 14 dicembre 2017, nel Tribunale di Brindisi, giorno previsto per il dibattimento scaturito dalla conclusione dell’inchiesta sulla morte di un pensionato di 67 anni di Francavilla Fontana, ex autista di ambulanza, per la quale sono finiti sotto processo cinque medici con l’accusa di omicidio colposo.

aula tribunale generica-2

Secondo la ricostruzione della Procura, posta a fondamento del capo di imputazione, il paziente venne sottoposto a due interventi chirurgici “inutili essendo stata sbagliata la diagnosi e mal eseguiti”, sino ad arrivare alla scoperta di un tubicino di plastica della lunghezza di sette centimetri, dimenticato nell’addome. Lo scoprirono i medici dell’ospedale Sant’Orsola di Bologna, i quali subito dopo sporsero denuncia.

Per il brindisino fu un calvario che fece perdere 50 chili al pensionato, come sostenuto dalla famiglia: moglie, figli, fratelli, nipoti, genero e nuora si sono costituiti parte civile e sono rappresentanti in giudizio dagli avvocati Domenico Attanasi e Vincenzo Bianco.

Gli imputati, chirurghi ed anestesisti, erano tutti in servizio presso l’ospedale Camberlingo di Francavilla Fontana. Per due dei chirurghi dovranno essere valutate le condotte in relazione agli interventi del 4 e del 19 aprile 2011, mentre per gli altri l’accusa è stata mossa in relazione al secondo intervento. Sono difesi dagli avvocati Vittoriano Bruno e Stefano Bellini.

Ma ieri mattina il faldone con gli atti del pm in aula, di fronte al Tribunale in composizione monocratica, non è arrivato e solo dopo l’attesa si è scoperto il motivo: non era stato trovato. I familiari dovranno attendere, così come dovranno aspettare la prossima udienza gli imputati.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Lutto per l'arcivescovo Satriano, è deceduta la mamma Giovanna

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento