menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La moto a bordo del quale si trovava il 24enne

La moto a bordo del quale si trovava il 24enne

Il ferito preso al polpaccio, girava armato

BRINDISI – E' stata trovata addosso alla vittima una delle due pistole recuperate sul luogo in cui è avvenuto il ferimento di Roberto Licci, il brindisino di 24 anni raggiunto in serata da un colpo di pistola che lo ha centrato al polpaccio sinistro.

BRINDISI - E' stata trovata addosso alla vittima una delle due pistole recuperate sul luogo in cui è avvenuto il ferimento di Roberto Licci, il brindisino di 24 anni raggiunto in serata da un colpo di pistola che lo ha centrato al polpaccio sinistro. I carabinieri stanno ascoltando in queste ore i famigliari del ragazzo e alcuni residenti di via Boldini, nel rione Sant'Elia, dove è avvenuta la sparatoria. Licci, disoccupato, già noto alle forze dell'ordine per reati contro il patrimonio, è giunto intorno alle 20 e 30 presso il Pronto soccorso dell'ospedale Perrino. Le sue condizioni di salute non destano particolare preoccupazione.

Stando agli elementi fin qui raccolti dai militari della compagnia di Brindisi, l'agguato è scattato in una stradina buia che immette in piazza Carrà, all'altezza del civico 15 di via Boldini. Il 24enne, residente da quelle parti, era in sella al suo scooter T-max di colore scuro. Indossava un casco semi-integrale. La dinamica dell'agguato, al momento, è un mistero. Non si sa con esattezza quanti colpi siano stati esplosi e se chi ha azionato il grilletto abbia agito da solo o con la complicità di altri individui, né se fosse a piedi o a bordo di un mezzo motorizzato.

Quel che è certo è che i carabinieri del Norm, intervenuti tempestivamente sul posto, hanno rinvenuto due pistole (entrambe poste sotto sequestro insieme allo scooter) di diverso calibro. Una si trovava sull'asfalto, a pochi passi dal punto in cui la vittima è stata ferita. L'altra, con ogni probabilità, era nella disponibilità dello stesso Licci.Il ritrovamento delle armi potrebbe rivelarsi decisivo ai fini investigativi. Le attività volte a risalire ai responsabili del gesto andranno avanti per tutta la notte. Quanto al movente, non si esclude nessuna ipotesi, ma tutto lascerebbe pensare a un avvertimento legato al mondo della criminalità locale.

 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Lutto per l'arcivescovo Satriano, è deceduta la mamma Giovanna

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento