rotate-mobile
Venerdì, 21 Gennaio 2022
Cronaca

Il maestrale non ferma i tuffatori

BRINDISI – Il maestrale ancora pungente e sostenuto e la bassa temperatura non hanno fermato la terza edizione del “Tuffo di Capodanno”. Obiettivamente impraticabile lo specchio d’acqua della Conca, la piccola insenatura proprio all’imbocco della litoranea delle spiagge, a nord del capoluogo (moto ondoso e risacca che rendevano pericolosa la scogliera), tutta la banda si è trasferita poco distante, all’interno della Diga di Bocche di Puglia accanto al porticciolo turistico, un’area ridossata e anche più adatta ad ospitare il numeroso pubblico lunghe le banchine e la strada che attraversa la diga.

BRINDISI - Il maestrale ancora pungente e sostenuto e la bassa temperatura non hanno fermato la terza edizione del "Tuffo di Capodanno". Obiettivamente impraticabile lo specchio d'acqua della Conca, la piccola insenatura proprio all'imbocco della litoranea delle spiagge, a nord del capoluogo (moto ondoso e risacca che rendevano pericolosa la scogliera), tutta la banda si è trasferita poco distante, all'interno della Diga di Bocche di Puglia accanto al porticciolo turistico, un'area ridossata e anche più adatta ad ospitare il numeroso pubblico lunghe le banchine e la strada che attraversa la diga.

Il via lo hanno dato poco dopo le undici i partecipanti, che non hanno voluto ascoltare l'invito dello speaker della manifestazione ad attendere gli ultimi iscritti. Count down collettivo, e poi tutti in acqua, tra gli applausi ed i brividi riflessi dei presenti rimasti all'asciutto. Tutto sotto gli occhi vigili di una unità di salvamento dei Vigili del Fuoco, con una moto d'acqua. E' stato superato, sia pure di poco, il numero dei partecipanti dello scorso anno: 58 incluse tre donne i tuffatori, contro i 53 dell'edizione 2011.

Durante tutta la manifestazione, conclusa dalla premiazione (una maglietta ricordo a tutti, comunque), ha funzionato la raccolta di fondi a favore dell'Aido, l'associazione per la donazione degli organi rappresentata a Brindisi dalla dottoressa Cecilia Nozzoli, grazie ad un apposito gazebo piazzato sulla banchina. Il "Tuffo di Capodanno 2012" è stato promosso e organizzato dagli "Amici della Conca" in collaborazione con il Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco di Brindisi, Maxicinema Andromeda e Fiera Magazine.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il maestrale non ferma i tuffatori

BrindisiReport è in caricamento