rotate-mobile
Cronaca Viale Regina Margherita

Il maltempo abbatte le luminarie del lungomare: travolto un gazebo

Le luminarie ancora presenti sul lungomare Regina Margherita (nonostante la festa patronale sia finita da due giorni) non hanno retto al temporale che fin dalle prime ore della notte appena trascorsa si è abbattuto su Brindisi. Uno palo è caduto sul gazebo di un bar. Un altro ha sfiorato un'edicola. Un altro ancora si è inclinato fino ad appoggiarsi sulla facciata del museo Faldetta

BRINDISI – Le luminarie ancora presenti sul lungomare Regina Margherita (nonostante la festa patronale sia finita da due giorni) non hanno retto al temporale che fin dalle prime ore della notte appena trascorsa si è abbattuto su Brindisi. Uno palo è caduto sul gazebo di un bar. Un altro ha sfiorato un’edicola. Un altro ancora si è inclinato fino ad appoggiarsi sulla facciata del museo Faldetta, a ridosso della scalinata Virgilio. Un palo abbattutosi a ridosso di un'edicola-2

La richiesta di intervento è giunta intorno alle ore 5,30 alla sala operativa del comando dei vigili del fuoco. Giunta subito sul posto, una squadra di pompieri sta tuttora operando per mettere in sicurezza le luminarie. Fortunatamente l’incidente si è verificato nel cuore della notte, quando il lungomare era deserto.

Disagi si sono verificati (come al solito) anche in via Amerigo Vespucci, al rione Casale, interessata da allagamenti che hanno che hanno costretto i vigili urbani a chiudere la strada al traffico. Ma già da qualche minuto, grazie a un intervento di pulizia dei tombini, le acque hanno ripreso a defluire regolarmente e anche la viabilità è stata riattivata. 

Sulla vicenda interviene il capogruppo di Forza Italia in consiglio comunale, Mauro D'Attis, che in una nota stampa rimarca come, "se fosse accaduto in altri orari, sarebbe stato pericoloso ciò che è accaduto all’alba di oggi sul Lungomare Regina. Le luminarie che si sono staccate e sono cadute a terra - scrive D'Attis - non hanno fatto danni gravi solo perché era un orario particolare. Ovvio che la causa principale è da attribuire al maltempo ma il sindaco deve verificare, attraverso gli uffici preposti, che tutto era stato fatto secondo le regole della sicurezza ed accertare eventuali responsabilità rispetto a carenze nel montaggio non effettuato secondo gli standard previsti”.

“Chiederò al sindaco - conclude D'Attis - una relazione specifica e tutto questo per evitare che possano accadere altre volte episodi di questo genere che, per fortuna, oggi possiamo raccontare senza danni particolarmente gravi”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il maltempo abbatte le luminarie del lungomare: travolto un gazebo

BrindisiReport è in caricamento