Il panino cegliese sbarca a Firenze

CEGLIE MESSAPICA – A Firenze arriva il pregiato panino cegliese farcito con il capocollo di Martina Franca (Taranto) del salumificio Santoro di Cisternino (presente da Harrods a Londra), grazie al Centro Internazionale di Gastronomia Mediterranea di Ceglie Messapica nato nell’ambito del Programma di Cooperazione Territoriale Europea Grecia-Italia 2007-2013 ed è coordinato e diretto da Antonella Ricci chef cegliese che vanta la Stella Michelin da 19 anni.

Antonella Ricci

CEGLIE MESSAPICA – A Firenze arriva il pregiato panino cegliese farcito con il capocollo di Martina Franca (Taranto) del salumificio Santoro di Cisternino (presente da Harrods a Londra), grazie al Centro Internazionale di Gastronomia Mediterranea di Ceglie Messapica nato nell’ambito del Programma di Cooperazione Territoriale Europea Grecia-Italia 2007-2013 ed è coordinato e diretto da Antonella Ricci chef cegliese che vanta la Stella Michelin da 19 anni.

L’anteprima si terrà domenica 10 marzo nella prestigiosa cornice del “Taste” di Firenze dalle ore 10 alle 12 (stand D/32, padiglione Stazione Leopolda) e sarà la neo direttrice Antonella Ricci a presentare il tipico panino cegliese.

Il team della cosidetta Med School di Ceglie Messapica è composto da Antonella Millarte (food expert, vice coordinatore didattico) e dagli executive chef Vinod Sookar (food e beverage manager) e Antimo Savese (responsabile di cucina), mentre il responsabile di progetto è Alfonso Panzetta e Zaira Giodice il direttore amministrativo.

“Le priorità sono la valorizzazione delle nostre tipicità attraverso la cucina tradizionale unitamente alla diffusione di una agricoltura multifunzionale. Tutto ciò con il sostegno ad un turismo diversificato – sottolinea il sindaco di Ceglie Messapica Luigi Caroli – che punta sulla gastronomia del territorio, perché è un risorsa culturale da utilizzare come vantaggio competitivo nel mercato globale”.

Il progetto ‘In.C.O.Me’ acronimo di ‘International Centre of Mediterranean Gastronomy’ è finanziato nell’ambito del Programma di Cooperazione Territoriale Europea Grecia-Italia 2007-2013 con un budget di 1.339.500mila euro, di cui una piccola parte andrà al Centro Internazionale di Gastronomia Mediterranea e tutto il resto sarà utilizzato per una serie di attività per la promozione di uno sviluppo sostenibile dei due territori: Puglia e Grecia.

Questo ponte di tipicità unisce Ceglie Messapica – comune capofila – e Carovigno, con i partner greci di Metsovo e Nea – Development Enterprise of Achaia Prefecture.

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Al mercato senza mascherina, "Il Dpcm non è legge": multata

  • Incendio durante il rifornimento: in fiamme il distributore Ip di Sant'Elia

  • Non torna a casa: trovato senza vita in auto in aperta campagna

  • Positivi e tamponi nel Brindisino: i dati nei Comuni. Trend in crescita

  • Diffonde immagini intime di una donna: arrestato per revenge porn

  • Covid, Puglia: la curva non si abbassa, 32 nuovi decessi

Torna su
BrindisiReport è in caricamento