menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Azzerato l'ufficio Aro: "Non dovuti i 200mila euro di compensi"

Avevano ragione gli avvocati Monica Canepa ed Emanuela Guarino dell'ufficio legale del Comune: ai funzionari che hanno prestato servizio per l'Aro Br/2 non spettano compensi. Sostenuta dal parere del commissario regionale, il sindaco di Brindisi, Angela Carluccio, ha azzerato l'ufficio dell'Ambito di raccolta ottimale e si riserva ulteriori azioni

BRINDISI – Avevano ragione gli avvocati Monica Canepa ed Emanuela Guarino dell'ufficio legale del Comune : ai funzionari che hanno prestato servizio per l’Aro Br/2 non spettano compensi. Sostenuta dal parere del commissario regionale, il sindaco di Brindisi, Angela Carluccio, ha azzerato l’ufficio dell’Ambito di raccolta ottimale e si riserva ulteriori azioni.

E’ la prima conseguenza della vicenda scoperta dal sindaco al rientro dalla spedizione alla fiera internazionale di Rimini riservata alle imprese e alle tecnologie del settore ecologia (anch’essa al centro di critiche e interpellanze, nonché di esposti dell’opposizione): in sua assenza e a sua insaputa, con tanto di determina prima di nominativi dei destinatari dei compensi, e quindi di quote di riparto, erano state disposte le liquidazioni delle somme, pur in presenza di un contenzioso tra Comune ed uno dei dirigenti interessati.

Così il Comune informa dell’evoluzione dei fatti: “Durante l’odierna assemblea dei sindaci Aro Br/2, sulla scorta delle indicazioni e dei chiarimenti forniti dal commissario per la gestione del ciclo dei rifiuti pugliesi, Gianfranco Grandaliano, ha chiesto oggi, e ottenuto con voto unanime, l’azzeramento degli incarichi in seno all’Ufficio Comune Aro Br/2 e delle relative retribuzioni”.

“Prosegue dunque l’azione di questa amministrazione – prosegue la nota dell’amministrazione comunale - tesa a individuare e limitare al massimo quelle spese che non portano effettivi benefici alla cittadinanza, soprattutto in settori come quello dei rifiuti nei quali si scontano tuttora gli errori e le leggerezze compiuti nel passato”. Frase questa che probabilmente non farà piacere alla pattuglia di ex sostenitori della passata maggioranza Consales, ora integrati nella nuova amministrazione.

Tuttavia: “La sindaca si riserva di proseguire gli accertamenti interni sulla questione dei compensi ai dirigenti impegnati negli ultimi tre anni nell’ufficio Aro Br/2, alla luce delle odierne indicazioni fornite dal dott. Grandaliano che ha invitato il Comune a chiedere, in autotutela, la totale e immediata restituzione delle somme versate a dirigenti e funzionari, per oltre 200 mila euro. Tali somme non trovano infatti alcuna giustificazione amministrativa”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Consorzio Asi: l'avvocato Vittorio Rina è il nuovo presidente

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento