Martedì, 26 Ottobre 2021
Cronaca San Pietro Vernotico

"Il corteo in memoria di Jako sia ispirato a rispetto e civiltà"

Monito del sindaco Pasquale Rizzo: in caso contrario, l'autorizzazione sarebbe subito revocata

SAN PIETRO VERNOTICO - Monito del sindaco di San Pietro Vernotico: nessuna intemperanza e nessuna espressione violenta al corteo di oggi per esprimere sdegno e ripulsa delle crudeltà contro gli animali, dedicato al cane Jako, bruciato vivo da una persona rimasta sconosciuta, e morto dopo dieci giorni di agonia. Il richiamo di Pasquale Rizzo è fondato, e si riferisce alle espressioni colte sui social, spesso oltre i limiti.

"Si è condiviso un percorso con gli organizzatori con l’obiettivo di trasmettere un messaggio di rispetto e di civiltà, e sono certo che tutti coloro i quali hanno deciso di partecipare alla fiaccolata prevista in data odierna intendano proseguire in tale direzione. Non spetta a noi emanare sentenze prima ancora che si chiudano le indagini, assumere comportamenti o manifestare intendimenti che si pongano sullo stesso piano di chi ha posto in essere un gesto vile e di una barbarie unica", dice giustamente il sindaco Rizzo.

"Se così fosse mi vedrei costretto a revocare ogni autorizzazione, perché la manifestazione non sarebbe in linea con il messaggio di giustizia e civiltà che intende invece trasmettere. Concordo con chi ha voluto l’evento: una marcia silenziosa che diviene assordante per coloro i quali hanno agito con tanta crudeltà e viltà".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Il corteo in memoria di Jako sia ispirato a rispetto e civiltà"

BrindisiReport è in caricamento