Martedì, 19 Ottobre 2021
Cronaca Mesagne

Sistema Mercurio a bordo delle volanti della polizia anche a Mesagne

Il sistema Mercurio anche a bordo delle “volanti” del commissariato di Mesagne. Il nuovo sistema digitale consente di compiere direttamente accertamenti sulle persone fermate, di leggere automaticamente le targhe e di riprendere e trasmettere alla sala operativa le immagini dello scenario in cui gli operatori sono impegnati, inseguimenti e posti di blocco compresi

MESAGNE - Il sistema Mercurio anche a bordo delle “volanti” del commissariato di Mesagne. Il nuovo sistema digitale consente di compiere direttamente accertamenti sulle persone fermate, di leggere automaticamente le targhe e di riprendere e trasmettere alla sala operativa le immagini dello scenario in cui gli operatori sono impegnati, inseguimenti e posti di blocco compresi. Le informazioni di cui la centrale operativa può disporre per la gestione dell’intervento sono perciò  più precise e dettagliate.

E, in questi ultimi giorni, ci sono già i primi risultati operativi: non è sfuggita la presenza, in strada, di alcuni veicoli rubati. In particolare, il 13 maggio è stato rinvenuto, in contrada Paretone, in agro di Latiano, un autocarro di marca Scania asportato, in data 11 maggio da un cantiere in Ostuni. La denuncia era stata sporta presso la stazione dei carabinieri di Ostuni. Il mezzo, dopo gli accertamenti di rito, è stato riconsegnato all’avente diritto.

Il 18 maggio, verso le 19,55 in via Fiume, e qualche ora dopo,  alle ore 00,15 del 19 maggio, in via Livenza, sono state intercettate da una volante equipaggiata con il sistema Mercurio, due auto rubate in provincia di Lecce, entrambe Lancia Delta di colore nero: la prima a Cavallino il 17 maggio, furto denunciato all’Ufficio Volanti della Questura di Lecce. L’auto si presentava non chiusa a chiave e senza segni evidenti di manomissione dei nottolini di accensione ed apertura dello sportello. Ispezionato il vano motore, però, la centralina risultava scollegata.

La seconda Lancia Delta era stata rubata a Surbo il giorno prima, il 16 maggio con denuncia presso la stazione dei carabinieri locale. Quest’ultima si presentava aperta ed anch’essa con la centralina scollegata. Entrambe le auto, dopo i rilievi, saranno restituite ai legittimi proprietari.

Con riferimento alla prevenzione e repressione dei reati in materia di stupefacenti, invece, in data 16 maggio due soggetti noti alla polizia sono stati fermati per un controllo in via Damiano Chiesa e sottoposti a perquisizione personale. Uno di essi, A.C. di 29 anni, veniva trovato in possesso di gr. 1,5 di hascisc. L’interessato pertanto è stato segnalato all’autorità competente ai sensi dell’articolo 75 della legge del 1990.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sistema Mercurio a bordo delle volanti della polizia anche a Mesagne

BrindisiReport è in caricamento