rotate-mobile
Domenica, 16 Gennaio 2022
Cronaca

Il Tar rimette in marcia Sanofi

BRINDISI - Il Tar di Lecce, ha accolto in via cautelare il ricorso della società farmaceutica Sanofi Aventis contro l'ordinanza della Regione Puglia di sospensione temporanea di alcune delle attività produttive dello stabilimento di Brindisi, per il mancato rispetto di alcune prescrizioni della Legge Seveso sugli incidenti industriali. La stessa Sanofi fa sapere che i giudici amministrativi, che hanno a loro volta sospeso i provvedimenti della Regione, hanno fissato l'udienza di merito per il 3 novembre.

BRINDISI - Il Tar di Lecce, ha accolto in via cautelare il ricorso della società farmaceutica Sanofi Aventis contro l'ordinanza della Regione Puglia di sospensione temporanea di alcune delle attività produttive dello stabilimento di Brindisi, per il mancato rispetto di alcune prescrizioni della Legge Seveso sugli incidenti industriali. La stessa Sanofi fa sapere che i giudici amministrativi, che hanno a loro volta sospeso i provvedimenti della Regione, hanno fissato l'udienza di merito per il 3 novembre.

Immediatamente lo stabilimento brindisino della multinazionale francese del farmaco ha rimesso in marcia gli impianti bloccati dalla Regione Puglia (fermo che era avvenuto ieri), che aveva assunto le determonazioni del caso sulla base della relazione dell'Arpa al termine di alcune verifiche.

In un comunicato, Sanofi fa sapere "che opera in piena collaborazione con le autorità, e auspica che nei prossimi giorni i propri dirigenti e i funzionari della Regione e dell'Arpa possano lavorare a una soluzione positiva, in un clima di rinnovata collaborazione che consenta di ristabilire condizioni di serenità e fiducia". Resta da vedere come si comporterà la Regione, e comunque c'è anche di mezzo la decisione nel merito dei giudici amministrativi attesa entro due settimane.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Tar rimette in marcia Sanofi

BrindisiReport è in caricamento