menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
L'acciaieria Ilva di Taranto

L'acciaieria Ilva di Taranto

Ilva: operaio morto, tre indagati

TARANTO - Tre persone sono state iscritte nel registro degli indagati nell'ambito dell'inchiesta sulla morte dell'operaio di Oria, Claudio Marsella di 29 anni, morto martedì 30 ottobre scorso nel reparto Mof (Movimento Ferroviario) dell'Ilva di Taranto. Si tratta del direttore dello stabilimento, Adolfo Boffo di 56 anni e di due capi reparto, Antonio Colucci di 55 anni e Cosimo Giovinazzo di 38, entrambi di Martina Franca (Taranto).

TARANTO - Tre persone sono state iscritte nel registro degli indagati nell'ambito dell'inchiesta sulla morte dell'operaio di Oria, Claudio Marsella di 29 anni, morto martedì 30 ottobre scorso nel reparto Mof (Movimento Ferroviario) dell'Ilva di Taranto. Si tratta del direttore dello stabilimento, Adolfo Boffo di 56 anni e di due capi reparto, Antonio Colucci di 55 anni e Cosimo Giovinazzo di 38, entrambi di Martina Franca (Taranto).

Il sostituto procuratore della Procura della Repubblica di Taranto che ha in mano l'indagine sulla morte di Claudio Marsella, Giovanna Cannalire, ha notificato i tre avvisi di garanzia stamane con la comunicazione dell'autopsia che verrà effettuata domattina sul corpo del giovane operaio. L'esame autoptico verrà affidato dal pubblico ministero al medico legale Giancarlo Divella. Sarà proprio l'esame autoptico a chiarire ogni ipotesi e dubbio sulla morte di Marsella che martedì scorso ha perso la vita nella zona Parco Ovest. L'autopsia sarà anche eseguita dal medico legale Alessandro Bocchini per conto del legale della famiglia Marsella, Raffaele Pesce del Foro di Brindisi.

Marsella è rimasto vittima della manovra di aggancio del locomotore ai vagoni che trasportano materiali del ciclo produttivo. Il locomotorista è morto poco dopo l'arrivo in ospedale per la gravità delle lesioni riportate. Il corpo del giovane non ha riportato segni visibili di schiacciamento ma un solo vistoso ematoma sul torace. Sarà appunto, l'esito dell'autopsia di domani a dare una spiegazione più sicura.

L'Ilva, intanto, ha fatto anche sapere, che il ragazzo - smentendo l'affermazione del comitato 'Cittadini e lavoratori liberi e pensanti' che Claudio Marsella fosse stato soccorso in ritardo - "ha risposto via radio fino alle 8.40. Alle 8.53 circa, a seguito di una richiesta di verifica, è stato trovato da un collega sul luogo dell'incidente. Alle 8.54 è stato chiamato il servizio sanitario interno di stabilimento. Alle 9 l'ambulanza era sul posto. Alle 9.10 è stato registrato l'arrivo al Pronto soccorso dell'ospedale S.S.Annunziata di Taranto".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Consorzio Asi: l'avvocato Vittorio Rina è il nuovo presidente

Ultime di Oggi
  • Emergenza Covid-19

    Covid, Puglia: pressione ancora alta sugli ospedali, altri 39 decessi

  • Attualità

    Donne e politica: "Un mondo ancora pieno di pregiudizi"

  • Sport

    Palaeventi: Comune di Brindisi - New Arena all’atto finale

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento