Cronaca Carovigno

Immigrati Nord Africa, record Carovigno

BARI – E’ Carovigno, assieme a Gravina di Puglia, il Comune pugliese che ospita il maggior numero di emigrati provenienti dal Nord-Africa con la crisi delle rivoluzioni arabe. E nessuno si lamenta né sono crollati commercio e turismo. Il dato emerge da un vertice tenutosi oggi presso la Protezione civile regionale.

BARI - E' Carovigno, assieme a Gravina di Puglia, il Comune pugliese che ospita il maggior numero di emigrati provenienti dal Nord-Africa con la crisi delle rivoluzioni arabe. E nessuno si lamenta né sono crollati commercio e turismo. Il dato emerge da un vertice tenutosi oggi presso la Protezione civile regionale.

Sono 1360 complessivamente i migranti presenti in Puglia a causa dell'emergenza Nord-Africa, più nel Salento che nelle altre tre province di Bari, Bat e Foggia: il dato è stato esaminato oggi nel corso dei lavori che si sono tenuti presso la struttura della Protezione civile, della Cabina di regia istituita per far fronte alla situazione.

Nel dettaglio, 316 migranti sono presenti in provincia di Bari, 109 nella Bat, 329 in quella di Brindisi, 192 nella Provincia di Foggia, 139 in quella di Lecce e 275 a Taranto. Su un totale di 42 strutture di accoglienza, 10 necessitano di un'ulteriore redistribuzione, in quanto superano il tetto massimo di 50 presenze a struttura stabilito dal Piano di Accoglienza. I comuni che ospitano il maggior numero di migranti restano quelli di Gravina in Puglia e Carovigno.

«Entro la prossima settimana - rende noto il soggetto attuatore per l'emergenza Nord Africa, Antonello Antonicelli - contiamo, di concerto con le Asl, di concludere le attività di ricognizione delle 73 manifestazioni d'interesse all'accoglienza pervenute alla struttura. Il nostro obiettivo è quello di sottoscrivere le convenzioni con le strutture entro il 15 aprile, al fine di dare piena attuazione alle previsioni del Piano di Accoglienza 2012. Per questo, chiedo a tutti i soggetti interessati, alle Asl e agli Enti di tutela di fornire alla struttura del Soggetto Attuatore per l'emergenza immigrazione il massimo supporto possibile per raggiungere l'obiettivo che ci siamo prefissi».

La Cabina di Regia, tra l'altro, ha concluso l'attività di ricognizione sui minorenni non accompagnati richiedenti asilo presenti in Puglia. In tutto ne sono stati individuati 35, «rispetto ai quali - si sottolinea - saranno attivate e aggiornate le procedure di convenzione con i comuni utili a proseguire le attività di assistenza».

Per quanto riguarda la questione del gratuito patrocinio, in assenza del quale potrebbero crearsi problematiche di natura territoriale, la struttura del Soggetto Attuatore ha attivato un confronto con gli Ordini degli avvocati regionali allo scopo di chiedere a questi ultimi di supportare gli immigrati che rientrano nell'emergenza, fornendo assistenza legale gratuita davanti alle commissioni territoriali per ottenere il riconoscimento della protezione internazionale.

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Immigrati Nord Africa, record Carovigno

BrindisiReport è in caricamento