Martedì, 16 Luglio 2024
Cronaca San Pancrazio Salentino

Imprenditore brindisino scomparso nel Modenese: c'è un indagato

Di Salvatore Legari, originario di San Pancrazio Salentino, non si hanno notize dal 13 luglio scorso. Gli inquirenti hanno iscritto nel registro un 37enne, che aveva rapporti lavorativi con lo scomparso

Ci sono novità sul caso di Salvatore Legari, l'imprenditore residente tra Bologna e Modena e originario di San Pancrazio Salentino scomparso la scorsa estate, il 13 luglio.

Dopo gli scavi andati a vuoto in una villa a Lesignana (in provincia di Modena), dove Legari aveva svolto dei lavori, è notizia di ieri (domenica 29 ottobr) del'’iscrizione di un uomo nel registro degli indagati. Come scrive Il Resto del Carlino, la persona indagata è un uomo di 37 anni di Sassuolo, che con Legari aveva rapporti lavorativi. 

La casa del 37enne, la stessa villa di Lesignana dove Legari si sarebbe diretto la mattina di quel 13 luglio, è stata perquisita dai carabinieri di Modena. I militari hanno sequestrato cellulari, tablet e computer.

Legari si trasferì nel Bolognese più di 20 anni fa. Lì, da una precedente relazione, sono nati i suoi due figli di 21 e 19 anni. Quotidianamente si spostava fra i cantieri per seguire i lavori svolti dalla sua impresa. E' andata così anche la tarda mattinata del 13 luglio, quando da Modena, dove vive con l'attuale compagna, si è spostato verso il comune di Salvamoggia, in provincia di Bologna.

Quando è uscito da casa indossava una t-shirt bianca con la scritta "Montanari Ceramiche" e un paio di bermuda blu tipo jeans. Calzava un paio di scarpe da ginnastica di marca Puma, di colore nero. Nel pomeriggio la compagna lo contatta telefonicamente, senza ottenere risposta. Si tratta della prima di una lunga serie di telefonate infruttuose che vanno avanti fino a tarda serata. Vane anche le telefonate dei figli. Di Salvatore, di fatto, si perdono le tracce. Sparito anche il suo furgone, cercato sia nei pressi dell'abitazione che nei dintorni del cantiere. 

Il giorno successivo la compagna sporge denuncia di scomparsa ai carabinieri della stazione di Modena, facendo scattare le ricerche. Sui profili Facebook di conoscenti e parenti vengono rilanciati degli appelli condivisi da centinaia di persone. Nei giorni successivi due sorelle del 54enne raggiungono la zona. Ora, potrebbe esserci una svolta nel caso.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Imprenditore brindisino scomparso nel Modenese: c'è un indagato
BrindisiReport è in caricamento