Cronaca

Furto di un trattore: imprenditore trova le tracce sul terreno e recupera la refurtiva

Il cegliese Alessandro Marzio da solo, nel cuore della notte, ha setacciato per ore le campagne, fino a ritrovare il mezzo

CEGLIE MESSAPICA – Non ha mai desistito. Con incredibile tenacia, nel cuore della notte, ha setacciato da solo le campagne. E alla fine ci è riuscito: l’imprenditore agricolo Alessandro Marzio ha trovato le tracce che lo hanno condotto al trattore che era stato rubato qualche ora prima dalla sua proprietà, nei pressi della strada che collega Ceglie Messapica a Villa Castelli. Si tratta di un veicolo New Holland Tnf90, con aratro agganciato.

Marzio, titolare della ditta “Lavori Agricoli Marzio”, si è accorto del furto intorno alle ore 21 di venerdì (1 novembre). “Mi sono allontanato da casa –spiega l’imprenditore – e al mio ritorno il trattore non c’era più”. Marzio informa dell’accaduto i carabinieri, che procedono con i rilievi del caso. Successivamente Marzio sale a bordo della sua auto e si improvvisa investigatore, cominciando a setacciare le campagne della zona. L’imprenditore conosce alla perfezione il territorio. Dopo ore di ricerche, fra tratturi e strade sterrate, il cegliese giunge in contrada Specchia tarantina, nell’agro di Martina Franca, dove individua dei solchi sul terreno.

Per Marzio non c’erano dubbi: quelle erano le tracce lasciate dalle ruote del suo trattore. L’agricoltore scopre che quei segni arrivavano fino a una masseria. Intorno alle ore 2.10, contatta nuovamente i carabinieri: “Venite – afferma – sono sicuro che il mio trattore si trovi lì”. Sul posto si recano i militari di Martina Franca. Le forze dell’ordine raggiungono la masseria insieme all’imprenditore e lì ritrovano la refurtiva. “Con il mio impegno –afferma Marzio – e la pazienza di cercare le prove, alla fine ci sono riuscito”. Adesso i carabinieri indagano per risalire agli autori del furto.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Furto di un trattore: imprenditore trova le tracce sul terreno e recupera la refurtiva

BrindisiReport è in caricamento