menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Compagnia Guardia di Finanza di Ostuni

Compagnia Guardia di Finanza di Ostuni

In fuga con la droga: arrestati dai finanzieri, scarcerati dal Pm

CAROVIGNO - Rifornimento in trasferta, con le Fiamme gialle alle calcagna. Tentano la fuga e lungo il tragitto si disfano della droga, lanciando l’involucro dal finestrino. Poi la resa e l’arresto. Ma in libertà ci sono ritornati nel giro di 24 ore, su disposizione del pubblico ministero di turno

CAROVIGNO - Rifornimento in trasferta, con le Fiamme gialle alle calcagna. Tentano la fuga e lungo il tragitto si disfano della droga, lanciando l'involucro dal finestrino. Poi la resa e l'arresto. Ma in libertà ci sono ritornati nel giro di 24 ore, su disposizione del pubblico ministero di turno, che ha giudicato comunque non ingente la quantità di droga in loro possesso e non estremamente pericolosa per l'incolumità altrui le manovre poste in essere dai presunti pusher durante l'inseguimento da parte dei baschi verdi. Questa in sintesi, la cronaca di una operazione antidroga portata a termine dai militari della Guardia di finanza della Compagnia di Ostuni. Nei guai sono finiti due giovani di Carovigno: V.D.A (31 anni, con precedenti specifici) e U.U. (24 anni, incensurato). L'intervento della finanza - maturato nell'ambito di un'attività investigativa che aveva spinto i militari sulle tracce di un giro di spaccio lungo l'asse Ostuni-Francavilla Fontana - è stato eseguito con l'ausilio di unità cinofile ed ha consentito di sottoporre a sequestro circa 10 grammi di eroina.

I militari hanno atteso i due giovani lungo la strada provinciale Ostuni-Francavilla. Di rientro dalla città degli Imperiali, a bordo di una "Audi A3", i due giovani sono stati tallonati dalla pattuglia delle Fiamme gialle. Alla vista dei militari, piuttosto che accostare i due carovignesi avrebbero tentato la fuga, nonostante i finanzieri avessero intimato l'alt, ingaggiando un inseguimento che da lì a breve si sarebbe comunque concluso con una resa incondizionata. Non prima però, stando all'accusa, di essersi liberati dell'involucro contenente la sostanza stupefacente. La droga è stata recuperata dagli stessi militari sul ciglio stradale. Addosso non avevano né telefonini né soldi. Dalla successiva perquisizione domiciliare non sarebbero emersi ulteriori elementi a loro carico. In carcere i due carovignesi ci sono rimasti dunque per una sola notte. Su disposizione del sostituto procuratore Milto De Nozza, entrambi (difesi dagli avvocati Gianvito Lillo e Gianmarco Lombardi) sono stati infatti scarcerati. Restano indagati a piede libero. Le indagini, intanto, proseguono, al fine di fare luce sull'attività di spaccio che ruoterebbe attorno al triangolo Carovigno, Ostuni e Francavilla Fontana.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Asl Brindisi: avviso pubblico per l'incarico di direttore generale

Ultime di Oggi
  • Emergenza Covid-19

    Vaccini anti Covid: in campo anche gli odontoiatri pugliesi

  • Emergenza Covid-19

    Covid. Sindaco infermiere in prima linea per somministrare i vaccini

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento