rotate-mobile
Giovedì, 2 Dicembre 2021
Cronaca

Blitz anti-caporalato: multe, sequestri e denunce

Accertate e sanzionate violazioni in materia di salute e sicurezza sui luoghi di lavoro tra San Vito, Francavilla e Fasano

BRINDISI - Blitz anti-caporalato in provincia di Brindisi nella giornata di ieri (sabato 29 settembre 2018) dopo la morte di 16 bracciati agricoli in Capitanata: sequestri, multe e denunce tra Francavilla Fontana, Fasano e San Vito dei Normanni, zona oggetto di controllo da parte dei carabinieri con la scoperta di situazioni di irregolarità e violazioni in materia di sicurezza sui luoghi di lavoro.

IMMAGINI CAPORALATO (2) (1)-2

Trentacinque sono state le contravvenzioni al Codice della strada per infrazioni connesse alla sicurezza del trasporto dei lavoratori, per un totale di 6.425 euro; duei i veicoli posti sotto sequestro,  un motocarro “Ape Piaggio 703” e, una Fiat Panda” sprovvisti della necessaria copertura assicurativa  scaduta da qualche mese; mentre le sanzioni amministrative nei riguardi di imprenditori del settore agricolo, hanno raggiunto l’importo di 18.200 per  violazioni in materia di salute e sicurezza sui luoghi di lavoro. Infine sono stati deferiti in stato di libertà cinque lavoratori extracomunitari di cui tre del Mali, uno della Nigeria e uno della Guinea, tutti residenti in provincia di Lecce. Nel corso delle verifiche non hanno esibito documenti attestanti la regolare presenza nel territorio dello stato, di cui erano momentaneamente sprovvisti. Successivi accertamenti hanno comprovato il possesso del permesso di soggiorno in corso di validità.

L’operazione è stata disposta dal comando provinciale dei carabinieri di Brindisi  con particolare riferimento alle primissime ore del mattino con l’esecuzione di un servizio straordinario di controllo del territorio ad “alto impatto” negli orari in cui si incentra il traffico sia in entrata sia in uscita dalle aziende agricole. L’attività nel suo complesso ha permesso di procedere al controllo di: 180 braccianti risultati regolarmente assunti; 57 mezzi di trasporto.

Sulla scorta dei dati acquisiti sul campo, nei confronti  sia delle aziende controllate che dei braccianti, saranno effettuati presso gli uffici competenti, ulteriori approfondimenti in ordine alla regolarità delle posizioni contributive/previdenziali.

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Blitz anti-caporalato: multe, sequestri e denunce

BrindisiReport è in caricamento