rotate-mobile
Lunedì, 8 Agosto 2022
Cronaca

Chiuso deposito di prodotti fitosanitari dopo ispezione dei carabinieri

Provvedimento del direttore del Servizio di igiene degli Alimenti e della Nutrizione della Asl di Brindisi: struttura del valore di 200mila euro

BRINDISI - Chiuso deposito di rivendita di prodotti fitosanitari in provincia di Brindisi, dopo l'ispezione dei carabinieri del Nucleo antisofisticazione (Nas): la struttura ha un valore di 200mila euro. Il provvedimento è stato firmato dal direttore del Servizio di igiene degli alimenti e della nutrizione dell'Azienda sanitaria locale di Brindisi, sulla base di quanto accertato dai militari: sono emersi, in seno al deposito, "reiterati mancati aggiornamenti del registro di carico e scarico degli antiparassitari agricoli".

Gli antiparassitari agricoli, denominati anche fitofarmaci o agrofarmaci, sono tutti quei prodotti, di sintesi o naturali, che vengono utilizzati per combattere le principali avversità delle piante quali malattie infettive, i parassiti e le piante infestanti. Il decreto legislativo 14 agosto 2012 n. 150 contempla che chi commercia prodotti fitosanitari deve annotare su un apposito registro di carico i prodotti tenuti in magazzino, provvedendo al successivo scarico ogni qualvolta vengono man mano venduti agli acquirenti utilizzatori. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Chiuso deposito di prodotti fitosanitari dopo ispezione dei carabinieri

BrindisiReport è in caricamento