menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

In una casa rurale trappole da bracconiere e volatili di specie protette

Un vero e proprio arsenale di trappole per la cattura della fauna selvatica è stato scoperto e sequestrato dai carabinieri della stazione di Villa Castelli, assieme ai carabinieri forestali della stazione di Ceglie Messapica

VILLA CASTELLI - Un vero e proprio arsenale di trappole per la cattura della fauna selvatica è stato scoperto e sequestrato dai carabinieri della stazione di Villa Castelli, assieme ai carabinieri forestali della stazione di Ceglie Messapica, in una casa rurale in  agro di martina Franca. Il materiale era in possesso del 61enne G.M. che è stato denunciato a piede libero alla procura di Brindisi.

Nell'abitazione di G.M. c'erano 14 trappole a laccio in acciaio ivi collocate per la cattura di animali selvatici. inoltre, il sopralluogo ha consento di rinvenire una tagliola (strumento particolarmente crudele) pronta per la collocazione, unitamente a una voliera metallica, contenente varie specie di volatili tra cui anche esemplari di una specie particolarmente protetta.

trappole bracconiere

Come già detto, le trappole e gli uccelli sono stati sottoposti a sequestro e i volatili affidati a un centro di recupero della fauna selvatica ubicata nella provincia di Lecce, dove saranno sottoposti ad accertamenti veterinari e quanto prima reimmessi nell'habitat di origine. Va considerato che nella zona dove i carabinieri hanno operato si trovano varie zone di pregio ambientale, come il Bosco delle Pianelle e altri siti.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Pareti "scorticate" a causa dell’umidità: "Ecco come viviamo e nessuno interviene"

Attualità

Polveri sottili in Puglia: nel Brindisino il record di superamenti

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento