rotate-mobile
Sabato, 4 Dicembre 2021
Cronaca Ostuni

Riaperta a Villanova di Ostuni la sede della Guardia Costiera

L’ammiraglio Vincenzo Melone, comandante del Corpo delle Capitanerie di Porto, ha inaugurato nella tarda mattinata odierna a Villanova di Ostuni la sede della Guardia Costiera

VILLANOVA (Ostuni) – L’ammiraglio Vincenzo Melone, comandante del Corpo delle Capitanerie di Porto, ha inaugurato nella tarda mattinata odierna a Villanova di Ostuni la sede della Guardia Costiera. La Delegazione di Spiaggia di Villanova è sempre stato un  ufficio storico della Capitaneria di Brindisi, ma era chiuso da decenni e la sua riattivazione, con dispaccio del Comando generale delle Capitanerie di Porto del 6 giugno 2017, corrisponde pienamente ai compiti di vigilanza sull’ambiente marino e costiero e sulla security in mare delegati alla Guardia Costiera.

Villanova, assieme a Savelletri (sede di altra Delegazione di Spiaggia)è sede degli unici piccoli porti del territorio brindisino, ha una prospettiva di crescita del turismo nautico se si riuscirà a sbloccare il progetto di porto turistico dell’amministrazione comunale di Ostuni, e pur non avendo la forte vocazione peschereccia di Savelletri è una delle porte di accesso dal mare di un territorio di grande pregio paesaggistico, culturale e vacanziero come la Valle d’Itria con i suoi borghi ed i suoi monumenti.

Inaugurazione della sede della Guardia Costiera a Villanova

Inoltre, a breve distanza da Villanova, cuore della costa di Ostuni, Bandiera Blu e Cinque Vele riconfermate, comincia il Parco Regionale delle Dune Costiere, che si affida alla Capitaneria di Porto per l’osservanza delle normative su demanio e tutela ambientale, e n on da ultimo va ricordata l’alta affluenza turistica estiva che si riversa sul mare.

Una scelta strategica non rinviabile, dunque, quella di ridare una sede a Villanova alla Guardia Costiera. Stamani alla cerimonia di inaugurazione erano presenti anche il direttore marittimo della Puglia e della Basilicata Jonica, contrammiraglio Giuseppe Meli, il sindaco di Ostuni, Gianfranco Coppola, il prefetto di Brindisi, Valerio valenti, il questore Maurizio Masciopinto, e altre personalità civili, militari e religiose del territorio, nonché alcuni parlamentari, tutti ricevuti dal comandante della Capitaneria di Brindisi, capitano di vascello Salvatore Minervino.

GUARDA IL VIDEO

Vale la pena ricordare che la sede di via Petronella è stata ricavata in immobile confiscato all'ex re del contrabbando Francesco Prudentino ai sensi della legge 575 del 1965 e successive modificazioni, dove era attiva una pescheria. per la ristrutturazione, i lavori erano stati appaltati dal Provveditorato interregionale Opere Pubbliche per una cifra di poco inferiore ai 110mila euro, mentre con la delibera Cipe 34/2012 la somma stanziata  - riconfermata con la pubblicazione sulla gazzetta ufficiale del 19 giugno 2015 – era di 128.445 euro.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Riaperta a Villanova di Ostuni la sede della Guardia Costiera

BrindisiReport è in caricamento