Inaugurata l'aula autogestita del "Marzolla". "Non sarà un luogo di ozio"

Inaugurata l'aula autogestita al liceo classico "Marzolla", uno spazio che, come dice il nome, sarà gestito unicamente dagli studenti del liceo brindisino

Inaugurazione dell'aula autogestita del liceo classico Marzolla

BRINDISI - Inaugurata l’aula autogestita al liceo classico “Marzolla”, uno spazio che, come dice il nome, sarà gestito unicamente dagli studenti del liceo brindisino.

Presente al taglio del nastro, oltre ad un folto gruppo di studenti, anche il corpo docente con a capo la preside dell’istituto, Carmen Taurino.

“Oggi inauguriamo l’aula dello studente, così chiameremo per il momento la sala - dichiara a BrindisiReport.it la preside Taurino - è un traguardo La nuova aula autogestita-2importante per gli studenti, che hanno voluto con tanta tenacia questo spazio da dedicare a se stessi, un luogo dove esprimere il proprio estro, la propria creatività, ma anche avere del tempo da dedicare agli studi tra pari”.

Un’iniziativa unica nel suo genere per quanto riguarda gli istituti scolastici superiori del brindisino, un risultato raggiunto grazie alla volontà degli studenti, alla sensibilità del dirigente scolastico, ma anche grazie alla legge 107 del 2015 che prevede l’utilizzo dei locali scolastici nei momenti di sospensione delle attività didattiche per attività ricreative, culturali, artistiche.

“Garantiremo la vigilanza, ma la peculiarità di questa iniziativa sarà appunto l’autogestione da parte degli studenti - continua la dirigente scolastica - naturalmente il tutto sarà disciplinato da un regolamento, ma rimane il fatto che sarà tutto in mano agli studenti. Un grande atto di fiducia da parte nostra che spero venga ripagato dai ragazzi”.

Un banco di prova per gli studenti che dovranno dimostrare di meritare e di saper sfruttare questa possibilità

“Siamo coscienti di questa opportunità, nasce tutto da un percorso intrapreso negli anni passati e che oggi ci permetterà di usufruire di uno spazio tutto nostro, importantissimo per allargare la nostra formazione a 360 gradi” - spiega Gianmarco Palumbo, coordinatore Uds e rappresentante degli studenti del liceo Marzolla.

Chi immagina un’aula dedicata all’ozio e al divertimento fine a se stesso si sbaglia. “Organizzeremo incontri, dibattiti e cineforum - precisa lo studente - ci saranno gruppi di studio e occasioni di recupero, l’aula servirà a tutti gli studenti per avere uno spazio di condivisione, per allargare i nostri interessi culturali”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Blitz della Polizia contro la Scu: otto arresti fra Brindisi e Mesagne

  • Uccisa in casa insieme al fidanzato: lavorava all'Inps di Brindisi

  • Covid: 12 positivi dopo un ricevimento, chiuso un asilo nido

  • Regionali, Amati il più votato: ecco tutte le preferenze nel Brindisino

  • Maltempo nel Brindisino: danni e allagamenti, intervengono i vigili del fuoco

  • Consiglio regionale: cinque eletti in provincia di Brindisi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BrindisiReport è in caricamento