menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

“Movimenti”: svago e formazione nel nuovo laboratorio urbano di Brindisi

E' stato inaugurato oggi pomeriggio un nuovo spazio di aggregazione per le persone svantaggiate al rione Sant'Elia, grazie all'impegno della Cooperativa sociale Onlus Eridano

BRINDISI - Movimenti – laboratorio urbano è una nuova realtà del territorio brindisino che in data 8 giugno 2017 apre ufficialmente le porte alla comunità. Un luogo di formazione formale ed informale in grado di animare la popolazione giovanile del quartiere Sant’Elia e catalizzare l’attenzione del resto della città. Una importante occasione resa possibile grazie all’impegno della Cooperativa sociale Onlus Eridano, ente gestore dello stabile e responsabile della progettazione complessiva e degli accordi di collaborazione e partecipazione.

VIDEOSERVIZIO

Movimenti – laboratorio urbano si propone come leva per l’implementazione delle giovani risorse, volano culturale, punto di incontro per le varie realtà territoriali che si impegneranno a portare avanti le progettualità in programma. Il tutto in una città come Brindisi in cui si lamenta l’assenza di luoghi di aggregazione destinati alla collettività. Nello specifico, Sant’Elia è un quartiere intensamente popolato con una considerevole percentuale di giovani che vivono costantemente le problematiche sociali tipiche della periferia, strettamente connesse al fattore occupazionale. A tal proposito, il Laboratorio Urbano propone una programmazione davvero orientata ai giovani. Ogni attività sarà strutturata nel rispetto della mission: offrire uno spazio aperto e accessibile a tutti caratterizzato da un ambiente sicuro e propositivo. 

Le attività in programma, sempre ispirate ai principi della sostenibilità, dell’innovazione e dell’inclusione, afferiscono prevalentemente alle seguenti aree:  arte (musica, danza, teatro anche terapeutici); formazione (fotografia, cinema, cucina); cultura e spettacolo (cineforum, concerti, mostre, reading letterari, workshop, enogastronomia); occupazione (orientamento, supporto all'imprenditorialità giovanile, offerte di lavoro).

La attività proposte saranno o totalmente gratuite o, in ogni caso, avranno una soglia di accesso molto bassa al fine di garantire la partecipazione a quante più persone possibile. Questo sarà possibile anche grazie alla capacità del Laboratorio di intercettare risorse pubbliche e private per l'implementazione delle stesse in modo che possano conservare un livello di qualità elevato.

Nell'implementare lo spazio Eridano ha già coinvolto una rete di enti ed organizzazioni del territorio con i quali condivide relazioni strutturate ed importanti progettualità: Cna, Confederazione Nazionale dell’Artigianato e della Piccola e Media Impresa, Associazione provinciale di Brindisi; Ecipa, ente di formazione e di istruzione professionale di Cna; la Casa Circondariale di Brindisi; l'Ufficio Esecuzioni Penali Esterne di Brindisi; E Nclusion, associazione di promozione sociale; Acat – sezione di Brindisi, associazione dei club degli alcolisti in trattamento;  Auser provinciale, associazione per l’invecchiamento attivo.

All'interno di Movimenti – laboratorio urbano sarà avviato il “Caffè delle idee”,  un angolo bar che fungerà da luogo di incontro tra le realtà che vivono lo spazio e tra queste e il resto della cittadinanza. In questo modo sarà possibile incentivare uno scambio continuo, facilitare la circolazione delle idee e alimentare il senso di comunità. Lo spazio sarà utile anche al fine di ospitare iniziative ed eventi culturali coprogettati dai differenti attori del laboratorio urbano.  Il “Caffè delle idee” e le altre attività a reddito in seno al laboratorio offriranno l'opportunità per percorsi di inserimento lavorativo protetto rivolti a persone svantaggiate 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Asl Brindisi: avviso pubblico per l'incarico di direttore generale

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento