menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Incendi boschivi: multe da 50 a 500 euro per chi non taglia le erbacce

Ordinanza del commissario del comune di Brindisi per la prevenzione degli incendi boschivi, fra il 15 giugno e il 15 settembre

BRINDISI – Multe da un minimo di 50 a un massimo di 500 euro ai proprietari che non rimuoveranno le erbacce dai propri terreni, entro il prossimo 15 giugno. Lo stabilisce l’ordinanza sull’emergenza incendi boschivi 2018 emessa nella giornata di oggi dal commissario prefettizio del Comune di Brindisi, Santi Giuffré.

Tale provvedimento scaturisce dal decreto del presidente della Regione Puglia n. 266/2018 del 30 aprile 2018 con il quale “per il periodo dal 15 giugno al 15 settembre 2018 è dichiarato lo stato di grave pericolosità per gli incendi per tutte le aree boscate, cespugliate, arborate e a pascolo della Regione Puglia, fatta salva la possibilità, in caso di necessità contingenti, di anticipare al 1 giugno e/o posticipare al 30 settembre lo stato di allertamento delle strutture operative”. 

Come si rileva nell’ordinanza del commissario, “molti terreni del territorio versano in stato di abbandono per incuria dei proprietari, con conseguente crescita incontrollata di rovi, sterpaglie, ed erbacce”. Pertanto, per “prevenire possibili incendi di stoppie, erbe infestanti e arbusti di ogni genere oltre a prevenire problemi di igiene ed evitare il ripetersi”, si ordina “ai proprietari e ai conduttori a qualsiasi titolo di terreni, aree e pertinenze incolti o a riposo di attivare entro il 15 giugno 2018, le necessarie opere di prevenzione antincendio mediante la pulizia dei suddetti siti, provvedendo alla rimozione di erba secca , sterpi , residui di vegetazione ed ogni altro materiale infiammabile”. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Lutto per l'arcivescovo Satriano, è deceduta la mamma Giovanna

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento