rotate-mobile
Cronaca

Incendiano l'auto all'avvocato

SAN PANCRAZIO SALENTINO – Avvocato nel mirino a San Pancrazio Salentino dove ignoti piromani tentano di dar fuoco al suo Bmw. Attentato incendiario o atto vandalico? E' quanto stanno cercando di comprendere i carabinieri dopo il misterioso incendio che ha danneggiato la portiera dal lato guida del “Bmw 320” dell'avvocato penalista Pasquale Morleo, 38 anni del foro di Brindisi che pratica la sua attività nel rinomato studio Epifani.

SAN PANCRAZIO SALENTINO - Avvocato nel mirino a San Pancrazio Salentino dove ignoti piromani tentano di dar fuoco al suo Bmw. Attentato incendiario o atto vandalico? E' quanto stanno cercando di comprendere i carabinieri dopo il misterioso incendio che ha danneggiato la portiera dal lato guida del "Bmw 320" dell'avvocato penalista Pasquale Morleo, 38 anni del foro di Brindisi che pratica la sua attività nel rinomato studio Epifani.

Il rogo è divampato intorno alle 3.45 in via Petrarca, partendo stranamente, dallo sportello dell'auto. Lievi, fortunatamente i danni alla vettura dal momento che il principio d'incendio è stato domato dagli addetti alla disinfestazione i quali si trovavano a transitare lungo la strada e notando le fiamme hanno provveduto ad estinguerle evitando danni più ingenti (quelli procurati ammontano a circa 2000 euro). Sebbene non siano stati trovati inneschi o bottigliette contenenti liquido infiammabile l'incendio è di chiara natura dolosa.

Sul posto sono intervenuti i carabinieri della locale stazione - che stanno svolgendo le indagini del caso - insieme con i vigili del fuoco del distaccamento di Francavilla Fontana. Al centro delle indagini l'attività professionale dell'avvocato. "Hanno versato della benzina sulla portiera" conferma il penalista il quale non sa chi possa aver agito anche se avrebbe una vaga idea di chi possa serbare astio nei suoi confronti.

"Non riesco a capire chi possa essere stato - dice - recentemente non ho seguito processi e gli ultimi conclusi diversi mesi addietro non sono andati male. Recentemente mi sono occupato più di recupero crediti e pignoramenti. Forse qualcuno di questi ha lasciato l'amaro in bocca, è l'unica spiegazione che posso darmi, ma spetterà ai carabinieri risalire agli autori del gesto". Sulla vicenda, infatti oltre ai militari della locale stazione indagano anche i carabinieri della compagnia di Francavilla Fontana guidati dal capitano Giuseppe Prudente.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Incendiano l'auto all'avvocato

BrindisiReport è in caricamento