Cronaca Fasano

Incendio a bordo di un peschereccio: i carabinieri lo spengono a secchiate

I carabinieri hanno spento a secchiate un incendio appiccato la scorsa notte alla rete da pesca di un motopeschereccio ormeggiato nel porticciolo di Savelletri

FASANO – I carabinieri hanno spento a secchiate un incendio appiccato la scorsa notte alla rete da pesca di un motopeschereccio ormeggiato nel porticciolo di Savelletri. L’episodio si è verificato intorno alle ore 2. Una pattuglia di militari della compagnia di Fasano impegnata in un servizio di prevenzione dei reati predatori si trovava in zona quando ha visto uscire del fumo dall’imbarcazione, di proprietà di un pescatore del posto.

Gli uomini in divisa, senza esitare neanche un istante, sono saliti a bordo dell’unità e con delle secchiate hanno domato le fiamme che stavano avvolgendo una rete di notevole valore economico accatastata sul peschereccio. Nel frattempo era stato richiesto l’intervento dei vigili del fuoco. Quando una squadra di pompieri del distaccamento di Ostuni è giunta sul posto, il rogo era già stato domato.

Grazie ai carabinieri, i danni riportati dal peschereccio, comunque consistenti, sono rimasti circoscritti alla rete. Se non fosse stato per il loro operato, il rogo avrebbe potuto avere ben altre conseguenza.

Vi sono pochi dubbi sull’origine dolosa della combustione. Si presume che gli autori del gesto abbiano cosparso la rete di liquido infiammabile, per poi appiccare l’incendio. Si tratta evidentemente di un avvertimento al proprietario dell’imbarcazione, che in mattinata raggiungerà la caserma per sporgere denuncia. Il movente è ancora da chiarire. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Incendio a bordo di un peschereccio: i carabinieri lo spengono a secchiate

BrindisiReport è in caricamento