rotate-mobile
Sabato, 27 Novembre 2021
Cronaca Fasano

Brucia aghi di pino e cade dalla recinzione per sfuggire all'incendio

Un 78enne residente alla Selva di Fasano ha provocato un incendio che ha minacciato anche un paio di abitazioni limitrofe. L'uomo non ha riportato gravi ferite. Sul posto 118 e pompieri

FASANO – Per sfuggire alle fiamme ha tentado di scavalcare una recinzione, finendo con la faccia per terra. Per fortuna non ha riportato gravi conseguenze un 78enne che intorno alle ore 16 di oggi (8 luglio) ha avuto la pessima idea di bruciare gli aghi di pino che ricoprivano il giardino della sua villetta situata nella selva di Fasano.

Con questo gesto, il pensionato ha provocato un incendio che ha seriamente minacciato altre due villette. Grazie all’immediato intervento di un paio di residenti le case sono state salvate dalle fiamme. I vigili del fuoco del distaccamento di Ostuni, poi, giunti rapidamente sul posto, hanno spento definitivamente il rogo. Nel frattempo l’anziano era stato preso in cura dal personale del 118. Le sue condizioni, al di là dello spavento e della botta alla testa, erano buone.

Quello della Selva è solo uno dei tanti incendi che dalle prime luci del giorno stanno tenendo impegnate tutte le squadre del comando provinciale dei vigili del fuoco di Brindisi. Uno dei più rilevanti si è verificato nell’agro di Ceglie, dove i pompieri hanno operato per due ore, da mezzogiorno alle 14, per salvare alberi e macchia mediterranea. 

c6a8db6e-d864-4d92-b976-bf75b13b2c85-2

Nel tardo pomeriggio i vigili del fuoco sono dovuti intervenire nelle campagne di Cisternino, nei pressi della circonvallazione per Fasano, dove le fiamme hanno investito alcuni alberi di ulivo, lambendo il recinto di una casa. I residenti hanno vissuto momenti di panico, ma fortunatamente non ci sono state gravi conseguenze.

Gran parte di questi incendi, come rimarcato più volte, è figlia dell'inciuria dei proprietari dei terreni, che non prestano la dovuta attenzione al taglio delle sterpaglie. Grosse responsabilità ricadono anche sugli enti pubblici, che a dispetto dell'ordinanza regionale di prevenzione degli incendi boschivi, spesso sono i primi a trascurrare i suoli.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Brucia aghi di pino e cade dalla recinzione per sfuggire all'incendio

BrindisiReport è in caricamento