menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
L'ingresso esterno degli uffici della Santa Teresa in Cittadella della Ricerca

L'ingresso esterno degli uffici della Santa Teresa in Cittadella della Ricerca

Incendio distrugge carte in Cittadella

MESAGNE – Un incendio doloso nel cuore del giorno, attorno alle 12, che manda in fumo una massa di documenti importanti tra i quali progetti, bilanci, attività sia del vecchio Pastis che della Cittadella della Ricerca, alla vigilia della seduta straordinaria del consiglio provinciale dedicata proprio alla gestione di Cittadella, con al centro la relazione dell’apposita commissione d’inchiesta consiliare, e molto, molto sospetto.

MESAGNE - Un incendio doloso nel cuore del giorno, attorno alle 12, che manda in fumo una massa di documenti importanti tra i quali progetti, bilanci, attività sia del vecchio Pastis che della Cittadella della Ricerca, alla vigilia della seduta straordinaria del consiglio provinciale dedicata proprio alla gestione di Cittadella, con al centro la relazione dell'apposita commissione d'inchiesta consiliare, e molto, molto sospetto.

E' accaduto due ore e mezzo fa, e sia per la Digos che per i Vigili del Fuoco, non ci sono dubbi. Qualcuno ha appiccato il fuoco con premeditazione. L'attentatore è passato dal piccolo aranceto della palazzina della presidenza, una vecchia struttura rurale ristrutturata, aprendo un cancelletto, poi si è introdotto negli uffici a piano terra da un paio di mesi occupati dalla società in house della Provincia, la Santa Teresa, quindi ha appiccato il fuoco scientificamente prima ad una armadio pieno di faldoni, poi ad una cassettiera.

Una persona che sapeva ciò che faceva, e che per appiccare le fiamme, forse dopo aver cosparso liquido infiammabile sui mobili, ha usato una rudimentale torcia ricavata da un giornale arrotolato, che però non è bruciata del tutto e quindi rappresenta la prova lampante del dolo.

L'allarme è stato dato da un membro dell'ultimo consiglio di amministrazione Fulvio Faggiano della società Probios, che era il vicepresidente della società messa in liquidazione, il quale si trovava nei pressi in compagnia di Egidio Distante, di Assinform, un'altra società insediata in Cittadella.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Asl Brindisi: avviso pubblico per l'incarico di direttore generale

Ultime di Oggi
  • Emergenza Covid-19

    Vaccini anti Covid: in campo anche gli odontoiatri pugliesi

  • Emergenza Covid-19

    Covid. Sindaco infermiere in prima linea per somministrare i vaccini

  • Emergenza Covid-19

    Campagna vaccinale anti Covid, centri aperti per 75enni e 74enni

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento