Cronaca Via Appia

Incendio doloso all'Alberghiero: 1300 studenti costretti a tornarsene a casa

I circa 1300 studenti dell'istituto Alberghiero "Sandro Pertini" di Brindisi stamani sono dovuti tornare a casa per il folle gesto di alcuni sconsiderati che hanno appiccato un incendio al generatore dell'impianto elettrico che si trova sul retro dell'edificio, situato all'interno del parco Cesare Braico. Gli incendiari hanno sradicato la grata di una finestra

BRINDISI – I circa 1300 studenti dell’istituto Alberghiero “Sandro Pertini” di Brindisi stamani sono dovuti tornare a casa per il folle gesto di alcuni sconsiderati che hanno appiccato un incendio al generatore dell’impianto elettrico che si trova sul retro dell’edificio, situato all’interno del parco Cesare Braico. Gli incendiari hanno sradicato la grata di una finestra del vano al pian terreno in cui si trovano i contatori. Poi hanno cosparso il locale di liquido infiammabile e hanno dato fuoco.

VIDEO

Si è innescato un rogo di considerevoli proporzioni che oltre a devastare la centralina dell’Enel, ha danneggiato anche le aule al primo e al secondo Incendio all'Alnerghiero-2piano, annerendo la facciata. Le lingue di fuoco sono state notate intorno alle ore 6.30 di oggi da un operatore scolastico che si accingeva ad aprire la scuola. Sul posto si è subito recata una squadra di vigili del fuoco. I pompieri hanno rapidamente domato le fiamme.

Ma l’impianto elettrico dell’immobile, ormai, era stato messo fuori uso. I malfattori hanno colpito uno dei centri nevralgici della struttura, che adesso è rimasta senza energia elettrica. Gli studenti erano già all’esterno dell’istituto quando il vicepreside, il professore Bistanti, ha comunicato loro che oggi non si sarebbero svolte le lezioni. E al momento non si sa quando riprenderanno.

Un ingegnere della Provincia e alcuni tecnici del Comune stanno effettuando un sopralluogo per valutare l’entità dei danni. Servirà anche l’intervento dell’Enel per capire quanto occorrerà per ripristinare la centralina. Questo gesto di inaudita follia comporterà notevoli disagi per studenti e insegnanti. Perché mancano meno di due mesi alla fine dell’anno scolastico e il rush finale delle interrogazioni e dei compiti in classe era appena iniziato. Per non parlare, poi, degli impegni con cui sono alle prese i maturandi. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Incendio doloso all'Alberghiero: 1300 studenti costretti a tornarsene a casa

BrindisiReport è in caricamento