Mercoledì, 27 Ottobre 2021
Cronaca San Donaci

Ignoti incendiano nottetempo cassonetto della differenziata davanti al municipio

Bruciata la bandiera tricolore issata sopra l’ingresso del Comune di San Donaci, raggiunta dalle fiamme partite da un cassonetto della raccolta differenziata e appiccate da sconosciuti: è accaduto la notte scorsa e il sindaco Domenico Fina non ha dubbi

SAN DONACI – Bruciata la bandiera tricolore issata sopra l’ingresso del Comune di San Donaci, raggiunta dalle fiamme partite da  un cassonetto della raccolta differenziata e appiccate da sconosciuti: è accaduto la notte scorsa e il sindaco Domenico Fina non ha dubbi. Non si tratta di un atto vandalico senza movente, fine a se stesso, ma di un “atto scellerato” – dice Fina in un breve comunicato – con un duplice obiettivo, “fermare il nuovo percorso della raccolta porta a porta dei rifiuti appena partita e colpire le istituzioni”.

Incendio 1-2Sul posto si è recata subito una pattuglia di carabinieri della stazione di San Donaci, che ha avviato le indagini contro ignoti. Secondo il sindaco Fina, mandanti e autori dell’incendio del cassonetto sono soggetti che “non hanno il coraggio di manifestare pubblicamente e democraticamente il proprio pensiero”. Fina in ultimo avverte: “Questi atti non interromperanno in alcun modo il percorso di governo democratico di questa amministrazione. Chi pensa che simili gesti possano in qualche modo influire sull’attività amministrativa è sicuramente fuori strada”.

Domenico Fina, il nuovo sindaco di San DonaciAd accorgersi dell'incendio in atto una guardia giurata in giro di perlustrazione, che ha dato subito l'allarme trattandosi di una circostanza che coinvolgeva il palazzo di città, e nel contempo ha messo mano all'estintore in dotazione. Ma ormai cassonetto e bandiera erano distrutti. Il vigilante ha spiegato ai carabinieri sopraggiunti poco dopo di aver notato distintamente che il fuoco sprigionatosi dal cassonetto per la raccolta della carta lambiva la bandiera in cima al pennone che si trova accanto all'ingresso della sede del Comune.

comune, municipio, san donaci-2A San Donaci, che appartiene allo stesso Ambito di raccolta ottimale di Brindisi, la raccolta rifiuti viene svolta dalla Ecotecnica di Lequile, una ditta che ha lavorato anche nel capoluogo ai tempi di Aspica e di Innovambiente, occupandosi della raccolta differenziata, e gestice uno dei centri di raccolta del vetro della zona. Non si tratterebbe di un episodio isolato: sembra che nel periodo delle festività natalizie ignoti abbiano lasciato volantini con una frase ostili a tutte le religioni sul presepe allestito nel centro del paese. Anche in quel caso potrebbe essersi trattato in realtà di un atto dissimulato contro la comunità locale e l’amministrazione civica, ma allo stesso non è mai stata data pubblicità.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ignoti incendiano nottetempo cassonetto della differenziata davanti al municipio

BrindisiReport è in caricamento