menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Dettaglio della parete attaccata dal fuoco

Dettaglio della parete attaccata dal fuoco

Incendio in un'altra pizzeria

SAN PIETRO VERNOTICO – Si pensa a una bravata ma non si esclude l’ipotesi del dolo, quello che è certo, però, è che se i soccorsi non fossero arrivati in tempo un'altra pizzeria con la struttura in legno sarebbe stata distrutta dalle fiamme. Si tratta della pizzeria “Le Dune” dei fratelli Giuseppe e Vincenzo Pascarito sita in via Stazione a San Pietro Vernotico. Intorno alle due e un quarto di questa notte è andata a fuoco una delle pareti in legno che compongo la sala destinata alle consumazioni ai tavoli.

SAN PIETRO VERNOTICO - Si pensa a una bravata ma non si esclude l'ipotesi del dolo, quello che è certo, però, è che se i soccorsi non fossero arrivati in tempo un'altra pizzeria con la struttura in legno sarebbe stata distrutta dalle fiamme. Si tratta della pizzeria "Le Dune" dei fratelli Giuseppe e Vincenzo Pascarito sita in via Stazione a San Pietro Vernotico. Intorno alle due e un quarto di questa notte è andata a fuoco una delle pareti in legno che compongo la sala destinata alle consumazioni ai tavoli.

Sul caso indagano i carabinieri della locale stazione che al momento non escludono nessuna ipotesi anche perché qualche tempo fa fu dato fuoco al bar "Le Dune" di Lido Presepe sempre di proprietà della famiglia Pascarito. Poco meno di un mese fa un incendio distrusse il bar-pizzeria "Old Frac" di piazza Domenico Modugno a San Pietro Vernotico. Se dovesse esserci una mano incendiaria a dare vita a questi roghi si potrebbe affermare che, in questi tempi, le pizzerie sono il bersaglio principale dei piromani.

I fratelli Giuseppe e Vincenzo Pascarito, entrambi poco più che ventenni, hanno rilevato la pizzeria "Le Dune" (ex "Il Ghiottone) due anni fa. Fino a questa notte non hanno mai subito nessun tipo di atto criminoso, né furti, né rapine, né attentati incendiari. Erano appena rincasati quando hanno ricevuto la telefonata di un vicino: "Correte la pizzeria sta andando a fuoco". I due, insieme ai genitori, si sono precipitati in via Stazione trovando una delle pareti in legno completamente avvolta dalle fiamme.

I vigili del fuoco erano già stati allertati. Il rogo è stato domato prima che divorasse l'intera saletta annessa all'esercizio pubblico al cui interno ci sono tavolini, sedie e un monitor attaccato alla parete. Fortunatamente il danno è stato limitato. Insieme ai vigili del fuoco in via Stazione si è portata una pattuglia dei carabinieri che ha proceduto con le indagini di rito. I proprietari e i loro genitori sono stati ascoltati a lungo. Sul luogo dell'incendio non sono state trovate tracce di liquido infiammabile.

I proprietari sostengono che a dare vita a quell'incendio sia stato un mozzicone di sigaretta lanciato su una catasta di cartoni appoggiati alla parete in legno, hanno inoltre dichiarato di non aver ricevuto mai minacce o richieste estorsive. Spetta ai carabinieri fare luce sulla vicenda.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il razzo spaziale cinese cade vicino alle Maldive: Puglia "risparmiata"

Attualità

Arresto lampo dopo l'omicidio, il prefetto: "Un plauso alla polizia"

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    A fuoco chiosco del pane, paura al quartiere Paradiso

  • Cronaca

    Sorpreso in auto con due coltelli e strumenti da scasso, denunciato

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento