menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Rifiuti incendiati in un'azienda agricola: nei guai operaio e imprenditore

Dopo aver notato una colonna di fumo, i carabinieri forestali scoprono un rogo di residui vegetali e coperture di plastica

OSTUNI – E’ stato colto sul fatto mentre incendiava rifiuti costituiti da residui vegetali e coperture di plastica. Un operaio di 40 anni è stato denunciato insieme al suo datore di lavoro, un imprenditore di 65 anni, a seguito di un controllo effettuato dai carabinieri forestali della stazione di Ostuni. 

Rogo rifiuti Fasano 1-2

I militari, nel corso di pattugliamento di contrasto agli illeciti ambientali, hanno individuato dei fumi scuri levarsi dalle campagne alla periferia della frazione Montalbano di Fasano (località Case Sparse), e si sono quindi immediatamente recati sul posto. Una vola arrivati a destinazione, si sono accorti che all’interno di un’azienda agricola con serre per la produzione di ortaggi, era in corso un incendio di rifiuti. 
Sia l’operaio che l’imprenditore dovranno rispondere, in concorso, del reato di combustione illecita di rifiuti. L’ area interessata dal rogo, di circa 100 metri quadri, è stata sottoposta a sequestro penale ed affidata allo stesso conduttore.

Questo episodio ripropone ancora una volta, a distanza di circa un mese, il deprecabile fenomeno dello smaltimento illecito di rifiuti nel territorio fasanese, specie attraverso l’appiccamento di roghi, che destano allarme nella cittadinanza soprattutto per le emissioni di gas nocivi in atmosfera, attestato dalle segnalazioni alle centrali operative dei carabinieri.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Puglia. Wedding: regole sanitarie e "covid manager" per ripartire

Attualità

Il razzo spaziale cinese cade vicino alle Maldive: Puglia "risparmiata"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento