Rogo di rifiuti speciali, emergenza nella notte a Francavilla Fontana

Le fiamme si sono sviluppate nella tarda serata di giovedì nel cortile della Fer Metal sud, azienda che tratta rifiuti riciclabili di vario genere

FRANCAVILLA FONTANA - Un grosso incendio di rifiuti speciali è divampato nella tarda serata di giovedì (7 novembre) nel deposito della Fer Metal Sud, azienda situata in contrada Capitolo, nella zona Pip di Francavilla Fontana, in cui vengono trattate diverse tipologie di rifiuti riciclabili (carta, cartone, plastica, polietilene e altro ancora). 

incendio rifiuti francavilla-2

Alimentate dal vento, le fiamme si sono propagate rapidamente. Le prime richieste di intervento sono pervenute intorno alle ore 23 ai vigili del fuoco, le fiamme erano visibili dalla statale 7, numerose sono state le telefonate al centralino del 115. Sul posto si è subito recata una squadra di vigili del fuoco del distaccamento di Francavilla Fontana, seguita a stretto giro da altre squadre del comando provinciale di Brindisi. L'odore acre di bruciato è percepito nel raggio di chilometri.

I pompieri sono impegnati in una dura lotta per circoscrivere il rogo. Le cause dell'incendio sono da accertare. Sul posto anche i carabinieri, interpellati Arpa, prefetto e sindaco. Il rogo è divampato nel piazzale esterno dell'azienda dove erano stoccati scarti di lavorazione dei materiali riciclabili tra cui batterie di auto e altri rifiuti speciali. Al momento non si sclude alcuna ipotesi relativa alle cause, serviranno ulteriori accertamenti per fare chiarezza sulla vicenda. Sopralluoghi che verranno operati solo quando l'incendio sarà completamente domato.

Il sindaco: "Situazione sotto controllo"

Il sindaco Antonello Denuzzo, insieme all'assessore alle Politiche ambientali e agli uffici preposti, sta monitorando costantemente la situazione. Attraverso la pagina Facebook dell'amministrazione è stato consigliato ai cittadini di tenere le finestre chiuse ma solo in via precauzionale, "Non ci sono al momento rischi per la cittadinanza perchè il vento soffia in direzione opposta al centro abitato, verso la statale 7. In Città non si avverte odore di bruciato. Abbiamo interpellato l'Arpa che farà i dovuti rilievi e stiamo monitorando costantemente la situazione ma al momento è tutto sotto controllo".

Un incendio divampò anche a maggio dello scorso anno

Il 18 maggio del 2018 la stessa azienda è stata interessata da un altro rogo di rifiuti, andarono a fuoco balle di materiali già compattati. Anche in quel caso i vigili del fuoco, giunti sul posto con quattro squadre, lavorarono a lungo per domare l'incendio. A luglio del 2017, invece, davanti casa dell'amministratore della società, all'epoca anche consigliere comunale, furono lasciate due cartucce da caccia sigillate in una busta. 

Articolo aggiornato alle 9.20 di venerdì 8 novembre (intervento ancora in corso, dichiarazioni del sindaco) 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • “Bimba nata morta all’ospedale Perrino”: denuncia dei genitori

  • Trovato senza vita: sospetta overdose, pm dispone autopsia

  • Una domenica con la bomba: quasi tutta Brindisi evacuata

  • Maltempo: scuole chiuse a Brindisi a in altri Comuni della provincia

  • Incidente sulla provinciale, auto si schianta contro albero: grave un giovane

  • Forti raffiche di vento: alberi sradicati, interventi in provincia

Torna su
BrindisiReport è in caricamento