rotate-mobile
Sabato, 22 Giugno 2024
Cronaca San Pietro Vernotico

Incendio sterpaglie distrugge giardinetto, l'opposizione: "un danno che si sarebbe potuto evitare"

Distrutto dalle fiamme il giardinetto sito all’incrocio tra la circonvallazione e via Alcide De Gasperi a San Pietro Vernotico, a pochi passi dalla sede della scuola primariaDe Gasperi e dove si trova l’isola ecologica

SAN PIETRO VERNOTICO – Distrutto dalle fiamme il giardinetto sito all’incrocio tra la circonvallazione e via Alcide De Gasperi a San Pietro Vernotico, a pochi passi dalla sede della scuola primaria De Gasperi e dall’isola ecologica. Al suo interno anche un cartello che dice "benvenuti in area Leader terra dei messapi Gal". L’incendio risale a sabato scorso ed è partito dall’erba secca che costeggia via Paolo Ancora (la circonvallazione). Secondo i consiglieri di opposizione Pasquale Rizzo, Gianluca Epifani, Giuliana Giannone ed Errico Marchese, questo danno al verde pubblico e all'ambiente si sarebbe potuto evitare se solo fosse stata tagliata l'erba.

“Nonostante due affidamenti effettuati dall’amministrazione Argentieri nel mese di giugno per la manutenzione del verde (determina n. 733 del 7/6/2023 e determina n.757 del 27/6/2023, per complessivi €. 43.800,00), nel centro urbano e nei quartieri periferici Giardino Grande, Artisti, Canimazzi, Latilla, Cicorella - Zona 167, e alla Zona Industriale non si muove una foglia, nel vero senso della parola”. Si legge in una nota dei consiglieri di opposizione. 

Erbaccia lungo la strada

“Non si è mai visto a San Pietro un centro storico così infestato di erba e trascurato: in diversi punti di via Lecce, via Brindisi, via Galliano, via Carrozzo, via Montepiana, via Rossini, via Garibaldi, Piazza Regina Margherita, via Milano, via Cellino, via Gianturco, via Crispi, via Mesagne, via Colombo, via Pisacane, via Torchiarolo, via Mare ecc., ma anche all’interno di Villa Valletta, nei cortili delle scuole e negli immobili comunali in genere la vegetazione supera abbondantemente i due metri di altezza, e considerando le alte temperature della stagione estiva e la mancata esecuzione delle attività di disinfestazione/derattizzazione dell’impianto di fogna bianca comunale, si stanno generando situazioni critiche sotto il profilo igienico-sanitario (presenza massiccia di blatte, topi, insetti ecc.)”.

“Le conseguenze di questo immobilismo amministrativo inizia a dare inevitabilmente i primi risultati negativi: il mancato sfalcio dell’erba in via Paolo Ancora per esempio ha causato nei giorni scorsi l’incendio dell’area verde situata alla Via De Gasperi, nelle vicinanze della Scuola primaria, compromettendone quasi tutta la vegetazione esistente. Un danno rilevante per l’ambiente”. 

Danni al giardinetto

“Ma oltre al danno, la beffa: la Regione Puglia il 18 maggio 2023 aveva pubblicato sul Burp l’Avviso pubblico ‘Lotta attiva agli incendi per l’ anno 2023’, con il quale assegnava ai Enti Locali i contributi per l’esecuzione di interventi mirati a ridurre il rischio incendi nella stagione estiva, compreso lo sfalcio dell’erba sui cigli stradali; il nostro Comune fra l’altro aveva la possibilità di ottenere il massimo del contributo grazie alla presenza nel nostro territorio del Bosco di Tramazzone e Cerano che consentiva di raggiungere un punteggio maggiore rispetto alle altre amministrazioni. E’ così che con spirito di collaborazione (tanto invocato dalla comunità nell’ultima tornata elettorale) era stata inviata una nota all’attuale Amministrazione comunale (prima della scadenza del termine previsto dal bando) invitandola a richiedere il contributo: bastava compilare l’istanza ed inviarla a mezzo pec”.

erba secca

“Nel consiglio comunale del 3 luglio era stata presentata una interrogazione al presidente del Consiglio per sapere se il Comune si era attivato a partecipare al bando. Dopo oltre un mese siamo in attesa della risposta. Anzi no. La risposta la sappiamo: la Regione Puglia ha pubblicato recentemente la determina di assegnazione dei contributi da cui risulta (purtroppo) che il Comune di San Pietro Vernotico non ha richiesto il contributo”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Incendio sterpaglie distrugge giardinetto, l'opposizione: "un danno che si sarebbe potuto evitare"

BrindisiReport è in caricamento