Riuscirono a domare incendio in struttura ricettiva: premiati due carabinieri

Apprezzamento al brigadiere Corrado Minervini e all’appuntato scelto Q.S. Angelo Calò

SAN VITO DEI NORMANNI – Domarono un incendio che stava per propagarsi all’interno di un appartamento ubicato presso una struttura ricettiva, premiati dal colonnello Giuseppe de Magistris, il brigadiere Corrado Minervini e l’appuntato scelto Q.S. Angelo Calò, in servizio presso la compagnia dei carabinieri di San Vito dei Normanni.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La motivazione

 “Addetti a Nor -Aliquota Radiomobile - di compagnia distaccata, con coraggio determinazione e senso del dovere, intervenivano all’interno di un appartamento sito presso una struttura ricettiva in località Pantanagianni del comune di Carovigno dove, a causa di un corto circuito, si era propagato un incendio e, con l’utilizzo di due estintori, riuscivano a domare le fiamme che si erano estese su un quadro elettrico, su una porta e dentro il soggiorno, evitando così che il fuoco si propagasse in tutta l’abitazione, nonché in quelle adiacenti al residence, scongiurando in tal modo ben più gravi conseguenze”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nell'ospedale Melli cinque operatori sanitari e un paziente positivi

  • "Impossibile garantire distanziamento sociale", Carrisiland rinuncia alla stagione 2020

  • Scontro fra due auto sulla provinciale: feriti un uomo e una donna

  • Appropriazione indebita: 31 auto sequestrate dalla polizia a Brindisi

  • Positivi al Melli: Rizzo chiede conto alla Asl e nel frattempo chiude attività e spiaggia libera

  • Coronavirus, solo un caso in Puglia. Due morti nel Brindisino

Torna su
BrindisiReport è in caricamento