menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Cacciatore

Cacciatore

Incidente di caccia, muore 82enne

CASTELLANETA - Il pensionato Vito Antonio Paradiso, 82 anni, è morto durante una battuta di caccia in contrada Borgo Perrone, nelle campagne di Castellaneta nel Tarantino. Paradiso è stato investito da una rosata di piombo partita dal fucile di un suo compagno di caccia, di 40 anni più giovane. L'uomo è stato denunciato a piede libero per omicidio colposo dai carabinieri della compagnia locale, intervenuti sul posto dopo una segnalazione al 112.

CASTELLANETA - Il pensionato Vito Antonio Paradiso, 82 anni, è morto durante una battuta di caccia in contrada Borgo Perrone, nelle campagne di Castellaneta nel Tarantino. Paradiso è stato investito da una rosata di piombo partita dal fucile di un suo compagno di caccia, di 40 anni più giovane. L'uomo è stato denunciato a piede libero per omicidio colposo dai carabinieri della compagnia locale, intervenuti sul posto dopo una segnalazione al 112.

Quando è avvenuto l'incidente era buio, ma i carabinieri stanno cercando di ricostruire compiutamente le dinamiche del grave episodio. La fucilata ricevuta non ha lasciato scampo all'anziano cacciatore, che ha pagato con la vita una sua antica passione. I carabinieri hanno sequestrato le armi ed hanno ascoltato alcuni testimoni. Sembra che il gruppo di cacciatori fosse composto da quattro persone.

Intanto l'Associazione italiana difesa animali e ambiente (Aidaa) di Puglia afferma che "contro la caccia é lecito disobbedire alla legge". E suggerisce misure di "disobbedienza civile collettiva per dire no a questa barbara pratica". "Serve proibire ai cacciatori di entrare nei fondi, nonostante un vecchio decreto fascista consenta loro di andare ovunque", e "serve denunciarli per violazione di proprietà privata e se si avvicinano con il loro fucile alle case".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Lutto per l'arcivescovo Satriano, è deceduta la mamma Giovanna

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento