rotate-mobile
Domenica, 26 Giugno 2022
Cronaca Francavilla Fontana

Incidente ferroviario: lunedì l'autopsia, macchinista indagato per omicidio colposo

Il dubbio da sciogliere è sostanzialmente uno: come mai l'80enne Arcangelo Vacca ha impegnato con la sua auto l'attraversamento ferroviario di contrada Ascoli, nello stesso momento in cui stava passando un treno delle Ferrovie Sud-Est che lo ha travolto, uccidendolo? E' stata una tragica distrazione o c'è dell'altro?

FRANCAVILLA FONTANA – Il dubbio da sciogliere è sostanzialmente uno: come mai l’80enne Arcangelo Vacca ha impegnato con la sua auto l’attraversamento ferroviario di contrada Ascoli, nello stesso momento in cui stava passando un treno delle Ferrovie Sud-Est che lo ha travolto, uccidendolo? E’ stata una tragica distrazione o c’è dell’altro?

È intorno a questo interrogativo che verte l’indagine sulla tragedia che si è verificata intorno alle ore 12,30 di sabato (21 febbraio), nella periferia di Francavilla Fontana, dove il convoglio At-214 attivo sulla tratta Lecce-Martina Franca è entrato in collisione con la Lancia Y condotta dal pensionato, riducendola a un groviglio di lamiere. Il pm del tribunale di Brindisi Valeria Farina Valaori nella mattinata di lunedì (22 febbraio) conferirà l’incarico per l’esame autoptico al medico legale.

La procura ha aperto un fascicolo per omicidio colposo. L’unica persona iscritta sul registro degli indagati è il macchinista, un 60enne di Bari. Ma si tratta di un atto dovuto a garanzia dell’indagato, per dargli la possibilità di far assistere un proprio consulente all’autopsia. Questa dovrà innanzi tutto chiarire se l’anziano sia stato colto da un malore prima dello scontro.

Incidente ferroviario con un morto a Francavilla Fontana

Vacca risiedeva in una villetta collegata al centro abitato solo da una stradina privata che attraversa la rete ferroviaria. L’80enne aveva le chiavi del vecchio cancello arrugginito situato all’altezza dell’attraversamento. Ogni giorno effettuava la stessa operazione. Quando rincasava, si fermava a ridosso del cancello, scendeva dalla macchina, apriva il cancello, tornava al volante e si dirigeva verso la propria abitazione. Ieri, però, evidentemente, qualcosa è andato storto. Cosa? Dovranno essere le indagini a chiarirlo.

Gli accertamenti del caso sul luogo della tragedia sono stati effettuati dai carabinieri del Norm della locale compagnia diretti dal tenente Roberto Rampino, d’intesa con il capitano Nicola Maggio. Una volta terminata l’autopsia, la salma tornerà a disposizione dei famigliari. Fra martedì e mercoledì dovrebbero svolgersi i funerali. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Incidente ferroviario: lunedì l'autopsia, macchinista indagato per omicidio colposo

BrindisiReport è in caricamento