menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Una radiomobile dei carabinieri

Una radiomobile dei carabinieri

Incidente: fugge senza soccorrere 15enne

CELLINO SAN MARCO – Non si ferma a soccorrere un motociclista 15enne caduto per terra in seguito a un sinistro stradale e viene fermato dopo pochi chilometri dai carabinieri. Il 73enne F.M., di Cellino San Marco, è stato denunciato.

CELLINO SAN MARCO - Non si ferma a soccorrere un motociclista 15enne caduto per terra in seguito a un sinistro stradale e viene fermato dopo pochi chilometri dai carabinieri. Il 73enne F.M., di Cellino San Marco, è stato denunciato per fuga in caso di incidente con danni alle persone. L'episodio si è verificato intorno alle 18,30 di domenica, sulla strada provinciale che collega Squinzano a Cellino e San Donaci.

L'anziano procedeva alla guida della sua auto, una Fiat Ritmo di colore blu, insieme a un'altra persona seduta sul sedile del passeggero. Dopo l'incidente con lo scooter condotto dal minorenne, il pensionato ha tirato dritto. Ma il fratello di un carabiniere che ha assistito alla scena si è messo subito all'inseguimento del veicolo, aggiornando in tempo reale la sala operativa dell'Arma di Brindisi sugli spostamenti dello stesso.

Il testimone ha tallonato la Ritmo fino a quando questa non ha imboccato via Guagnano, nel centro di Cellino San Marco. Qui, braccato anche da una pattuglia della locale stazione che nel frattempo si era messa sulle tracce dell'auto, il 73enne si è fermato, lasciandosi identificare dai militari.

Il giovane motociclista, intanto, era stato accompagnato presso il Pronto soccorso dell'ospedale Vito Fazzi di Lecce, dove gli sono stati diagnosticati un trauma toracico, una ferita all'altezza della gamba e alcune escoriazioni, con prognosi di 30 giorni. Oltre alla denuncia, F.M. ha subito anche il sequestro della macchina.

 

 

 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Lutto per l'arcivescovo Satriano, è deceduta la mamma Giovanna

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento