rotate-mobile
Cronaca Strada per Pandi

"Annunciato l’incidente alla Nubile": la situazione di rischio era stata segnalata da tempo

Le organizzazioni sindacali sollevavano da settimane varie problematiche sulla sicurezza dell'impianto di Cdr gestito da Nubile. L'incidente in cui stamani è rimasto coinvolto un operaio di Tuturano, il 51enne Pasquale D'Alessandro, è stato infatti preceduto da diverse segnalazioni sui rischi corsi dai lavoratori nello stabilimento comunale di via per Pandi

BRINDISI – Le organizzazioni sindacali sollevavano da settimane varie problematiche sulla sicurezza dell’impianto di Cdr gestito da Nubile. L’incidente in cui stamani è rimasto coinvolto un operaio  di Tuturano, il 51enne Pasquale D’Alessandro, è stato infatti preceduto da diverse segnalazioni sui rischi corsi dai lavoratori nello stabilimento comunale di via per Pandi.

D’Alessandro, per fortuna, non corre pericolo di vita. In una nota diramata nel pomeriggio, la ditta chiarisce che lo stesso, “ricevuto in ospedale con codice giallo, ha subito delle escoriazioni al cuoio capelluto e probabilmente contusioni toraciche”.  L’operaio infortunato è “regolarmente dipendente” di Nubile “con la mansione di manutentore meccanico”. Attività per la quale “dispone di un mezzo attrezzato per piccoli interventi manutentivi sui mezzi”.

Nubile chiarisce infine che “l’infortunio è accaduto sul piazzale esterno all’impianto e non all’interno dello stesso”. Sulla dinamica dell’accaduto e sulla sussistenza di eventuali responsabilità farà luce il personale del dipartimento Spesal dell’Asl di Brindisi, intervenuto sul posto per i rilievi del caso insieme ai poliziotti della Sezione volanti e a una pattuglia di agenti della Municipale. Tornando alle segnalazioni dei sindacati sulle condizioni di sicurezza all’interno del cantiere, un’iniziativa formale era stata intrapresa dai Cobas lo scorso 15 aprile.

In una lettera indirizzata a Monteco Srl, il segretario provinciale dell’organizzazione sindacale, Roberto Aprile, chiedeva se l’azienda (Monteco appunto, responsabile del servizio di raccolta dei rifiuti solidi urbani per conto del Comune di Brindisi) avesse “prodotto il documento di valutazione sui rischi Il segretario del Cobas Brindisi, Roberto Aprilerelativo alla presenza dei lavoratori Monteco all’interno del cantiere Nubile di via per Pandi”. A detta dei Cobas, “spazi angusti all’interno del capannone” avevano “già prodotto incidenti tra macchine operatrici, un fetore insopportabile ed altre motivazioni”.

Alla luce di questa situazione, Aprile chiedeva dunque un incontro con Monteco sulle condizioni di sicurezza nell’impianto di Cdr. E tale incontro, in effetti, si è svolto la scorsa settimana. Una volta preso atto delle problematiche sollevate dai sindacati, pare che Monteco, da quanto risulta a BrindisiReport.it, abbia inviato al Comune una missiva in cui si chiede di far luce sul rispetto delle normative in materia di sicurezza sul lavoro nello stabilimento di via per Pandi. “Abbiamo ricevuto lamentele – dichiara Roberto Aprile – per la velocità eccessiva alla quale procedono le ruspe ed altri mezzi. Ma vi sono anche altre segnalazioni sulle quali si deve fare chiarezza, perché è in gioco la sicurezza dei lavoratori”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Annunciato l’incidente alla Nubile": la situazione di rischio era stata segnalata da tempo

BrindisiReport è in caricamento