rotate-mobile
Cronaca

Incidente: restano gravi i due giovani feriti

SAN PANCRAZIO – Sono ancora ricoverati in prognosi riservati i due ragazzi rimasti gravemente feriti nell’incidente stradale avvenuto all’alba di domenica sulla San Pancrazio-Mesagne e che è costato la vita ad altri due giovani.

SAN PANCRAZIO - Sono ancora ricoverati in prognosi riservati i due ragazzi rimasti gravemente feriti nell'incidente stradale avvenuto all'alba di domenica sulla San Pancrazio-Mesagne e che è costato la vita ad altri due giovani.

Nel più tragico dei week-end per la Puglia (nove morti sulla strada tra sabato e domenica) sono giorni di dolore per la provincia brindisina, e soprattutto per la comunità di San Pancrazio che piange la morte del 26enne Rossano Conte e prega per le condizioni di Donato Stridi, attualmente ricoverato all'ospedale "Perrino" di Brindisi con i medici che stanno facendo di tutto per evitare che resti paralizzato. Nel tremendo schianto - la Lancia Y guidata da Conte è finita in un fosso ed è andata a sbattere contro un muretto - ha perso la vita anche una ragazza di 26 anni di Lecce, Claudia Falconieri. L'ultima persona che si trovava all'interno della vettura, Francesca Tamborrino, anch'ella di Lecce, è ricoverata in prognosi riservata sempre al "Perrino" di Brindisi.

Difficile, per il momento, accertare le cause del tragico incidente: di certo si sa che i quattro ragazzi avevano passato tutti assieme una serata fuori. Erano stati in un pub, probabilmente a Mesagne, e dopo le 4 stavano facendo rientro a casa. Sulla provinciale 74, quella che collega Mesagne a San Pancrazio, all'altezza di contrada Malvindi, la loro vettura è finita in una scarpata, e per i due che si trovavano sui sedili anteriori non c'è stato niente da fare. La Falconieri era ancora viva quando è stata estratta dalle lamiere dai vigili del fuoco, ma è poi deceduta una volta giunta in ospedale. I funerali nel pomeriggio presso la chiesa di San Giovanni Maria Vianney di via Benedetto Croce a Lecce.

Anche alla luce delle ultime tragedie del week-end, ritornano inevitabilmente le polemiche legate alla sicurezza delle strade provinciali, oltre che naturalmente sui pericoli derivanti dall'alta velocità. In contrada Malvindi, oltre ai pompieri e i medici del 118, si era portata anche la polizia stradale di Brindisi per tutti i rilievi del caso. Rossano Conte lavorava presso lo stabilimento di Avio a Brindisi, mentre Stridi un marinaio di stanza a La Spezia. Era rientrato in Salento per una licenza.

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Incidente: restano gravi i due giovani feriti

BrindisiReport è in caricamento