menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Paolo Puricella, la vittima

Paolo Puricella, la vittima

Incidente, salma odontoiatra restituita a familiari

SAN PANCRAZIO SALENTINO – La salma di Paolo Puricella, l’odontoiatra di San Pancrazio Salentino morto ieri pomeriggio in seguito a un tragico incidente sulla strada provinciale 80 Brindisi-San Donaci, è stata consegnata ai famigliari.

SAN PANCRAZIO SALENTINO - La salma di Paolo Puricella, l'odontoiatra di San Pancrazio Salentino morto ieri pomeriggio in seguito a un tragico incidente sulla strada provinciale 80 Brindisi-San Donaci, è stata consegnata ai famigliari. Le spoglie del 30enne si trovano adesso presso l'abitazione della famiglia Puricella situata al civico 139 di via Olmi, divenuta meta fin da ieri di un mesto viavai di parenti e amici.

Il nulla osta al trasferimento è stato rilasciato dal pm del tribunale di Brindisi, Antonio Costantini, subito dopo la fine dell'ispezione cadaverica, con contestuale prelievo di liquidi ai fini dell'esame tossicologico, effettuata dal medico legale Antonio Carusi. Il giovane professionista era alla guida della sua Bmw Serie 1. La sua vita si è spezzata intorno alle 14 di ieri, all'altezza dell'incrocio con la strada provinciale 81 Tuturano-Mesagne. Fatale si è rivelato l'impatto con una Lancia Lybra station wagon proveniente da Tuturano, al cui interno si trovavano i fratelli Emanuele, 24 anni, e Salvatore, 30 anni, Taurino, residenti a nella frazione di Tuturano.

Il primo era già stato dimesso nella serata di ieri dal reparto di Chirurgia plastica dell'ospedale Perrino di Brindisi, con prognosi di 10 giorni. Il secondo è ancora ricoverato in prognosi riservata nel nosocomio brindisino, ma non corre pericolo di vita. Paolo Puricella è invece morto sul colpo nel groviglio di lamiere della sua macchina. I poliziotti della Stradale diretti dal vicequestore Gianfranco Martorano, intervenuti sul posto per i rilievi del caso, hanno consegnato un'informativa al pm e nei prossimi giorni torneranno sul luogo del sinistro per un ulteriore sopralluogo.

La notizie della tragedia è stata accolta con sgomento dalla comunità di San Pancrazio Salentino. Paolo Puricella era stimato e apprezzato dai suoi concittadini per le sue qualità umane e professionali, che gli avevano fatto guadagnare anche la stima dei suoi colleghi. E tante persone raggiungeranno domani pomeriggio, ore 15,15, la parrocchia Santissimi Pancrazio e Francesco D'Assisi in piazza Umberto, per accompagnare Paolo nel suo ultimo viaggio.

 

 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Vita da vegana: "Non sono estremista, rispetto i più deboli e l'ambiente"

Attualità

Consorzio Asi: l'avvocato Vittorio Rina è il nuovo presidente

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento