Morto dopo incidente con ambulanza: si indaga per omicidio colposo

Il conducente del mezzo di soccorso ha sporto denuncia a carico di ignoti sostenendo che un'auto pirata ha causato la perdita di controllo del mezzo. Mercoledì l'autopsia sul corpo del 72enne Cosimo Santoro

FRANCAVILLA FONTANA – Spunta il giallo di un’auto pirata nelle indagini riguardanti il decesso del 72enne di Villa Castelli, Cosimo Santoro, deceduto lunedì scorso (23 gennaio) presso l’ospedale Perrino di Brindisi, a 13 giorni di distanza dall’incidente sulla strada provinciale Francavilla Fontana-Villa Castelli in cui rimase coinvolta l’ambulanza che stava trasportando il pensionato e un altro paziente.

Il conducente dell’ambulanza, volontario di un'associazione che si occupa del trasporto di dializzati, stamani si è recato presso la caserma dei carabinieri di Francavilla Fontana per sporgere una denuncia a carico di ignoti in cui sostiene che la perdita di controllo del veicolo, andato a sbattere contro un albero, è stata causata da un automobilista che ha tirato dritto dopo l’incidente. Elementi riguardanti la presenza di un secondo veicolo non erano emersi nel corso dei rilievi effettuati la mattina del 10 gennaio dagli agenti della polizia municipale di Francavilla Fontana.

Il mezzo di soccorso si stava recando presso l’ospedale Camberlingo di Francavilla Fontana, dove Santoro doveva sottoporsi a una seduta di dialisi. Il 72enne venne condotto al Pronto soccorso, dove gli fu diagnosticata una frattura alla clavicola con prognosi di trenta giorni. Dopo qualche ora Santoro fu dimesso. Ma la notte del 12 gennaio il villacastellano venne ricoverato nuovamente d’urgenza per dei traumi alla testa che resero necessario un intervento chirurgico. A partire da quel momento si è registrato un aggravamento delle condizioni, fino al tragico epilogo consumatosi il 23 gennaio nel reparto di Rianimazione. 

A seguito del decesso, i famigliari di Iurlaro, tramite l'avvocato Umberto Bardicchia, hanno presentato un esposto in Procura. Del caso si sta occupando il pm del tribunale di Brindisi, Daniela Chimienti, che ha avviato un’inchiesta per omicidio colposo. Al momento non vi sono persone iscritte sul registro degli indagati. Da quanto appreso, nella giornata di mercoledì verrà conferito al medico legale l’incarico per l’autopsia. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Auto si ribalta sulla provinciale: deceduto conducente

  • Nuovo Dpcm: restrizioni fino al 5 marzo. La Puglia tornerà arancione

  • Muore a 19 anni dopo forti emicranie: indagati due medici del Perrino

  • Violento impatto fra auto e moto in città: un giovane in ospedale

  • Covid, "furbetti del vaccino": ispezione dei Nas al Perrino

  • Puglia in zona gialla: dagli spostamenti alle aperture di bar, ristoranti e negozi, le regole fino al 15 gennaio

Torna su
BrindisiReport è in caricamento