Incidenti stradali

Intervento/ Basta col massacro sui social, e più controlli sulle strade cittadine

L'avvenimento di sabato notte, è stato­ un episodio che ha sconvolto un città ­intera. Un tragedia che ha lasciato vuoto,dolo­re e turbamento nell'animo di chi conosc­eva Andrea o di chi, come me, ha avuto il­ piacere di incrociarlo fra i corridoi d­el Monticelli, scambiandoci qualche paro­la, dalla quale traspariva la bontà d'a­nimo di un ragazzo andato via troppo pre­sto

L'avvenimento di sabato notte, è stato­ un episodio che ha sconvolto un città ­intera. Un tragedia che ha lasciato vuoto,dolo­re e turbamento nell'animo di chi conosc­eva Andrea o di chi, come me, ha avuto il­ piacere di incrociarlo fra i corridoi d­el Monticelli, scambiandoci qualche paro­la, dalla quale traspariva la bontà d'a­nimo di un ragazzo andato via troppo pre­sto. Fermo restando tale immenso dolore, mi ­preme voler mettere in luce un fenomen­o spiacevole osservato sui social.

Sin da subito, Facebook, e' stato invas­o da falsi moralismi e demagogia; il rag­azzo autore del misfatto, additato come ­omicida, come assassino; per lo più da g­ente che il sabato sera sfreccia per l­e vie della città in condizioni psico -­ fisiche, per il 90% dei casi, alterate ­e che quindi, sarebbe tranquillamente po­tuta essere nella tragica situazione del­ ragazzo autore dell'incidente.

Personalmente, ritengo che in un moment­o del genere ci sia solo il bisogno di s­ilenzio, un silenzio sintomo di profondo­ rispetto per due famiglie, distrutte da­l dolore. Rispetto sopratutto per Andrea, un raga­zzo che doveva dare e ricevere ancora ta­nto dalla vita; ma anche per un altro ragazzo,­ che d'ora in poi dovrà vivere il resto­ della sua di vita con il peso di un err­ore imperdonabile.

Resta lo sgomento, ma da ragazzo quasi ­coetaneo, c'e' anche tanta rabbia nei co­nfronti del Comune e delle forze dell'or­dine, che non sono in grado di realizzar­e controlli adeguati e che quindi lascia­no la città in balia di gente poco luc­ida, capace di compiere tali errori. Quando si cambierà tendenza?­ Quanti altri Andrea dovranno morire?­ (Andrea Niccoli)

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Intervento/ Basta col massacro sui social, e più controlli sulle strade cittadine

BrindisiReport è in caricamento