Tragedia sulla provinciale: oggi l'ultimo saluto a Sarah, Giulia e Davide

A Brindisi, Tuturano e San Pietro Vernotico i funerali dei tre ragazzi morti a seguito del terribile incidente avvenuto sulla San Pietro-Cellino San Marco. Atri due giovani viaggiavano con loro. Erano sobri e avevano le cinture allacciate

BRINDISI – A Brindisi, Tuturano e San Pietro Vernotico è il giorno del dolore. Oggi (domenica 24 marzo) si svolgeranno i funerali dei tre ragazzi che hanno perso la vita a seguito del terribile incidente avvenuto la notte fra venerdì 22 e sabato 23 marzo sulla strada provinciale che collega San Pietro Vernotico a Cellino San Marco.

I funerali

Alle ore 15,30, presso la parrocchia Santo Spirito, al rione Sant’Angelo, saranno celebrate le esequie del 19enne Davide Cazzato, calciatore in erba cresciuto nel settore giovanile del Brindisi Fc, successivamente passato fra le file del San Pietro calcio. Alle ore 16, presso la parrocchia Santissima Maria Addolorata, a Tuturano, sarà accompagnata nel suo ultimo viaggio la 18enne Sarah Pierri. Alla stessa ora, l’ultimo saluto alla 17enne Giulia Capone, nella chiesa madre di San Pietro Vernotico.

mortale cellino-2

L'incidente

I tre viaggiavano insieme ad altri due amici, la 19enne L.A., di Tuturano, e il 21enne M. L., a bordo di una Fiat Grande Punto condotta da L.A. La comitiva stava rientrando da una festa. La tragedia si è consumata intorno alle ore 2,30, quando la macchina, a ridosso di un incrocio semaforizzato, subito dopo una curva si è scontrata con una Chevrolet Cruze condotta dal 72enne A.Z., di Trepuzzi. Poi entrambe le vetture sono finite contro il muro perimetrale di una proprietà.

Sul posto si sono recati i vigili del fuoco del comando provinciale di Brindisi e alcune ambulanze con personale del 118. La Capone e Cazzato sono morti sul colpo. Sarah Pierri è deceduta poco dopo in ospedale. Gli altri due giovani sono stati trasportati al Perrino in condizioni non gravi. La 19enne di Tuturano nel pomeriggio di sabato è stata dimessa. Illeso, invece, il conducente della Chevrolet. Recatisi sul posto per i rilievi del caso, i carabinieri hanno appurato che i ragazzi erano sobri e avevano le cinture allacciate. 

Lutto cittadino

Il sindaco di San Pietro Vernotico, Pasquale Rizzo, ha proclamato il lutto cittadino dalle ore 15,30 alle ore 17,30 di oggi. A distanza di un mese dall’incidente che lo scorso 24 febbraio provocò altre tre vittime, la comunità sampietrana è scossa da un evento “altrettanto drammatico e terribile che ha causato altre tre giovani vittime”, si legge nell’ordinanza del primo cittadino. 

Giulia Capone-2

“Giulia, nostra concittadina, ragazza solare studentessa e ballerina; Davide, che scelse di portare alto il nome del calcio in San Pietro Vernotico della cui squadra era componente di spicco; Sarah la cui famiglia ha radici profonde nel nostro territorio: tre ragazzi che, prescindendo dalle risultanze anagrafiche, avevano deciso di fare di S. Pietro Vernotico e con i giovani del nostro Paese il centro della loro vita e della loro esperienza. Tre giovani vite spezzate, il cui ricordo rimarrà vivo in chi ha avuto la fortuna di condividerne l’amicizia, ma che al contempo deve fare riflettere, tenendo conto anche del tragico evento verificatosi il 23 febbraio 2019, ciascuno di noi restando al fianco dei familiari straziati per il dolore”. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sbarco in piena pandemia: decine di migranti rintracciati a Cerano

  • Ceglie Messapica. Al San Raffaele positiva una fisioterapista. Altri in quarantena

  • Coronavirus: due decessi a Carovigno, primo caso a San Donaci

  • Cinque nuovi casi in provincia di Brindisi, nessuna persona deceduta

  • Tre nuovi contagiati nel Brindisino e sei persone decedute

  • Triage casi sospetti senza struttura d'attesa: ambulanze bloccate

Torna su
BrindisiReport è in caricamento