Camion si ribalta sulla provinciale: paura per il conducente

E' accaduto sulla strada che collega Copertino a Monteroni di Lecce. L'autotrasportatore, di Fasano, condotto in ospedale

COPERTINO - Attimi di paura questa mattina sulla provinciale che collega Copertino a Monteroni di Lecce quando un trasportatore di 45 anni di Fasano, per cause in fase d’accertamento (forse l’esplosione di una gomma), ha perso all’improvviso il controllo del mezzo, cambiando traiettoria e andando fuori strada.

Il camion, nel quale si trovavano elettrodomestici, nell’impatto con più elementi, si è letteralmente rovesciato su un fianco. Per fortuna non si sono trovati a passare altri veicoli, in quel frangente, o si sarebbe rischiata la tragedia.

Il camion, infatti, ha invaso la corsia opposta, urtando con violenza un palo dell’illuminazione, un albero di ulivo e, infine, un muretto ai margini della carreggiata. Il trasportatore è rimasto ferito, ma non in modo particolarmente grave. Ha riportato un trauma all’altezza del coccige, ma era vigile e cosciente all’arrivo dei soccorritori. L’ambulanza, arrivata da Copertino in codice rosso, è poi ripartita verso l’ospedale “Vito Fazzi” in giallo. Sul posto, anche un’automedica da Lecce, una squadra dei vigili del fuoco dal comando provinciale di viale Grassi  e i carabinieri della stazione di Monteroni per i rilievi.  

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sbarco in piena pandemia: decine di migranti rintracciati a Cerano

  • Coronavirus: due decessi a Carovigno, primo caso a San Donaci

  • Altri 23 casi in provincia di Brindisi: il bilancio sale a quota 148

  • Tre nuovi contagiati nel Brindisino e sei persone decedute

  • "Ora basta". I medici esasperati scrivono a prefetto e procuratore

  • Carovigno, imprenditore dona buoni spesa da 30 euro per persone in difficoltà

Torna su
BrindisiReport è in caricamento