menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Incidente all'incrocio senza rotatoria: morte zia e nipote, bambina gravissima

Ennesimo incidente all'incrocio tra la provinciale 69 Torre Santa Susanna-Mesagne e la provinciale 51, la Oria-Cellino: da quanto si apprende ci al momento sono due persone decedute

Articolo in aggiornamento continuo

MESAGNE – Ennesimo incidente questa mattina all’incrocio tra la provinciale 69 Torre Santa Susanna-Mesagne e la provinciale 51, la Oria-Cellino: due persone sono decedute. Sul posto si sono recate diverse ambulanze del 118, i vigili del fuoco del distaccamento di Brindisi, i carabinieri e gli agenti della Polizia locale. I veicoli coinvolti sono due: i vigili del fuoco stanno estraendo i corpi dalle lamiere. All'ospedale Perrino di Brindisi sono arrivate una bambina di 7 anni in condizioni gravissime, un'altra bambina e il conducente di una delle vetture coinvolte.

In una delle due auto coinvolte c'era un'intera famiglia di Taranto. Va ricordato che proprio verso la metà di maggio, un cittadino di Torre Santa Susanna, Nico Tieni, aveva inviato una lettera al presidente della Provincia, Maurizio Bruno, e al commissario prefettizio del Comune di Torre, Pietro Massone, segnalando l'alta pericolosità di quell'incrocio, già teatro di numerosi gravi incidenti con vittime. Nico Tieni - oggi sul posto di questa ennesima tragedia che si aggiunge alla lista nera dell'incrocio - ha anche lanciato una petizione per ottenere d'urgenza una rotatoria. Ha già raccolto circa trecento firme.

Le dinamiche. Da quanto accertato, una delle due auto non ha rispettato lo stop. La famiglia tarantina era a bordo di una Fiat Punto e proveniva dalla direzione di Oria. Due delle persone a bordo sono morte: si tratta di zia e nipote, Lucia Ranieri di 45 anni, e di Francesca Capozza di 28 anni. Il marito di una di loro era alla guida ed è uno dei feriti. Sulla Punto c'erano anche le due bambine ricoverate al Perrino, due cuginette, delle quali - come già detto - una è molto grave.

VIDEO

L'altra auto è un Suv Toyota Rav 4 con a bordo una coppia di Gioia del Colle. Gli occupanti di questo veicolo hanno riportato solo traumi contusivi. I vigili del fuoco hanno lavorato rapidamente per estrarre dalle lamiere una delle donne, che era rimasta incastrata nella Punto, ma purtroppo null'altro è stato possibile fare per salvarle la vita. In gravi condizioni anche il conducente della Punto, il marito di Lucia Ranieri, è stato ricoverato in prognosi riservata. La famiglia, seguita da altre due auto con altri parenti, si stava recando al parco dei divertimenti "Carrisiland" di Cellino. Uno zio e la mamma della 28enne che viaggiavano su un'altra auto dietro a quella coinvolta nell'incidente sono rimasti sul posto. Anche i genitori della piccolina che lotta tra la vita e la morte viaggiavano su un'altra auto, l'incidente si è verificato sotto i loro occhi. Nel pomeriggio la piccolina che versa in gravi condizioni è stata trasferita a Bari. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Asl Brindisi: avviso pubblico per l'incarico di direttore generale

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento