Auto contro moto sulla panoramica: morto un imprenditore

La tragedia si è verificata fra Monopoli e Locorotondo. Nico Chianura, 55 anni, viaggiava alla guida di una moto Aprila Rsv 1000 scontratasi con una Fiat Multipla. Faceva parte del coordinamento cittadino della Lega

Foto GoFasano.it

BRINDISI - L'imprenditore brindisino Nico Chianura, 55 anni, ha perso la vita a seguito di un terribile incidente stradale avvenuto intorno alle ore 15,55 di oggi (sabato 20 aprile) sulla strada provinciale che collega Monopoli ad Alberobello, lambendo la Selva di Fasano, definita la panoramica. 

L'incidente

La dinamica dei fatti è in fase di accertamento. Stando a una prima ricostruzione, Chianura procedeva verso Alberobello alla guida di una moto Aprila Rsv 1000. Per cause da appurare si è scontrato frontalmente con una Fiat Multipla a bordo della quale si trovava una coppia di Monopoli.  Chianura è stato soccorso da personale del 118, ma per lui non c'è stato nulla da fare. Il brindisino stava facendo un giro in moto insieme ad altri motociclisti brindisini che lo precedevano. Questi, avendo perso di vista l'amico, sono tornati indietro, per poi rendersi conto della tragedia. I due occupanti della Multipla, trasportati presso l'ospedale di Monopoli, non hanno riportato gravi ferite. I rilievi del caso sono stati effettuati dai carabinieri della locale compagnia. 

Il cordoglio su Facebook

La notizia della tragedia è stata subito rilanciata sui social network. Sul profilo Facebook della vittima arrivano i primi messaggi di cordoglio. Fra questi quello del consigliere comunale Gianluca Quarta: "Mi unisco al dolore della famiglia Chianura - scrive - per la perdita del cari Nico. Un grande amico, un grande lavoratore, uun grande uomo". 

"Non riesco ad esprimermi - scrive un altro consigliere comunale, Umberto Ribezzi - per la rabbia. Un forte abbraccio amico mio, rimarrai sempre un ricordo dentro di me, che rappresenta un sorriso". E poi ancora il cordoglio di Onofrio: "Il tuo sorriso era uno di quei rari sorrisi che illuminacano le nostre giornate. Un giorno ci rincontreremo fratello, a presto". Cesare Mevoli: "Le notizie maledette che non vorresti mai riceverere. Mi mancherà il tuo sorriso e la tua spensieratezza. Un abbraccio". "Stento a crederci - scrive Alessio - persona altruista, umile e gentile, dall'animo buono. Ti ricorderò sempre". 

L'impresa e l'impegno politico

Chianura era titolare della Edillegno, azienda specializzata in costruzioni in legno lamellare, girgliati e pensilini, con sede in via Enrico Fermi, nella zona industriale. Noto anche per il suo impegno politico, faceva parte del coordinamento cittadino della "Lega Salvini premier" di Brindisi. Lascia una moglie, una figlia, Noemi,  componente del coordinamento provinciale della Lega, e tre fratelli che gestivano altrettante attività commerciali: un panificio in via Taranto, il negozio di abbigliamento "Archivio storico" situato in corso Umberto e un negozio di cornici in via Numa Pompilio.  Grande appassionato di moto, spesso il sabato usciva con un gruppo di amici che condividevano la sua stessa passione per le due ruote. 

Il cordoglio delle Lega Salvini Premier

Una nota di cordoglio arriva dalla segreteria cittadina della Lega Salvini Premier di Brindisi, che “a nome dell’esecutivo, dei militanti e di tutto il coordinamento cittadino esprime le più sentite condoglianze e la propria vicinanza alla famiglia Chianura per la perdita del caro Nico”. 

“Una tragedia che sconvolge tutta la nostra comunità e lascia senza parole se non un grande vuoto perché è venuto a mancare un amico che ha creduto nei valori e nei principi portati avanti dalla Lega. Il nostro pensiero, in questo momento di dolore va alle persone a lui care alle quali inviamo le nostre più sentite condoglianze e la nostra vicinanza”. 

I funerali

L'ultimo saluto a Nico Chianura nel pomeriggio di domenica 21 aprile, alle ore 15,30 nel santuario di Jaddico. Ci saranno familiari, amici, colleghi di lavoro, appassionati di moto come lui e tutti gli esponenti cittadini della Lega Salvini Premier, oltre a consiglieri comunali e assessori. "Era amico di tutti".

articolo aggiornato alle 9,50 di domenica 21 aprile 2019

Potrebbe interessarti

  • La banana, un fabbisogno giornaliero

  • Dopo Ferragosto, in forma con la dieta detox

  • Smettere di fumare: trucchi e consigli per dire addio al tabacco

  • Topi, sporcizia e inciviltà: il parco del Cillarese sprofonda nel degrado

I più letti della settimana

  • Parcheggiatore stroncato da infarto nella movida delle discoteche

  • Si apparta con la moglie di un detenuto: mamma e figli lo pestano

  • Tragedia in spiaggia: anziano perde la vita mentre fa il bagno

  • Furti nelle auto parcheggiate sulla costa: scoperti i responsabili

  • Posti in spiaggia "prenotati": la Capitaneria sequestra tutto

  • Minorenni in coma etilico: controlli e multe a locali sulla costa

Torna su
BrindisiReport è in caricamento