rotate-mobile
Incidenti stradali Ostuni

Cognati morti nell’incidente stradale, inchiesta per omicidio colposo

Francesco Lobefaro, 36 anni, e Giuseppe Marzio, 25, stavano andando a lavorare in un ristorante: conferito incarico per accertare dinamica

OSTUNI – La prima ricostruzione della dinamica dell’incidente stradale costato la vita a due cognati di Ostuni, potrebbe arrivare fra 60 giorni: la Procura di Brindisi ha aperto un’inchiesta per omicidio colposo dopo la tragedia avvenuta la sera del 21 marzo sulla provinciale che collega la Città Bianca a Montalbano. Non ci fu nulla da fare per Francesco Lobefaro, 36 anni, e Giuseppe Marzio, chef e aiuto chef in un ristorante del Fasanese.

INCIDENTE PROVINCIALE OSTUNI MONTALBANO 2-2-2-2-2

L’inchiesta

Il pubblico ministero titolare del fascicolo, Pierpaolo Montinaro, ha conferito incarico all’ingegnere Maurizio Sagace. Dovrà, quindi, stabilire la causa dell’incidente stradale nel quale rimasero coinvolti un trattore e tre auto e valutare, di conseguenza, se siano o meno ravvisabili profili di responsabilità sul piano penale nei confronti di chi era alla guida dei mezzi, una Minicoop, una Fiat Grande Puntone un trattore.

L’incidente

Lobefaro e Marzio viaggiano sulla Golf in direzione di Montalbano. Avevano da poco lasciato Ostuni, dove entrambi vivevano, per andare a lavorare. Morti entrambi sul colpo, per le gravissime ferite riportate.

La perizia

Le operazioni peritali avranno inizio il prossimo 6 aprile, due mesi di tempo per le conclusioni. Salvo richieste di proroga nel caso in cui dovesse essere necessario approfondire alcuni aspetti. Il perito potrà visionare i mezzi, posti sotto sequestro subito dopo l’incidente, e avrà a disposizione le foto scattate dagli agenti della polizia locale nell’immediatezza dei fatti, una volta terminate le operazioni di soccorso.

 

 

Gallery

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cognati morti nell’incidente stradale, inchiesta per omicidio colposo

BrindisiReport è in caricamento