menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Altra tragedia sfiorata sulla Torre-Mesagne: "Mettete in sicurezza quell'incrocio"

Una 500 condotta da una donna si è ribaltata a seguito dello scontro con la Bmw condotta da un ragazzo all'altezza di un crocevia tristemente noto per i gravi incidenti ai quali ha fatto da scenario

TORRE SANTA SUSANNA – Ancora una tragedia sfiorata all’altezza del famigerato incrocio fra le strade provinciali Torre Santa Susanna-Mesagne e Cellino San Marco-Oria, nell’agro di Torre, già teatro di un’infinita serie di incidenti, alcuni dei quali, purtroppo, mortali. E avrebbe potuto avere gravi conseguenze anche lo scontro fra una Fiat 500 nuovo tipo condotta da un giovane torrese e una Bmw alla cui guida si trovava un giovane che si è verificato intorno alle 10 di oggi (24 maggio).

incidenteviamesagne240517_2-2

A seguito dell’impatto la 500 è stata sbalzata nelle campagne, dove ha terminato la propria corsa con un ribaltamento. La Bmw, invece, si è fermata al centro dell'incrocio. La guidatrice, fortunatamente, è uscita sulle proprie gambe dall’abitacolo, pressoché illesa. Pare abbia riportato un lieve trauma cranico, invece, il giovane a bordo della Bmw, condotto in ospedale per gli accertamenti del caso.

Sul posto si sono recate un paio di ambulanze con personale del 118 e gli agenti della polizia municipale di Torre coordinati dal comandante Vincenzo Serpentino. Spetterà a loro il compito di accertare la dinamica dei fatti ed appurare eventuali responsabilità. Di certo c’è che qualcosa bisogna farla per rendere più sicuro questo crocevia.

incidenteviamesagne240517_3-2

Un cittadino di Torre, Nico Tieni, ha già scritto al commissario prefettizio di Torre e al presidente della Provincia di Brindisi, Maurizio Bruno, chiedendo la predisposizione in tempi brevi di una serie di interventi per fermare la lunga scia di incidenti. La realizzazione di una rotatoria potrebbe essere la soluzione ideale per eliminare le insidie che attanagliano l’incrocio. A tal proposito va detto che il proprietario di un fondo limitrofo all’incrocio ha dato la propria disponibilità a regalare il proprio terreno per costruirci l’agognata rotatoria.  

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Vita da vegana: "Non sono estremista, rispetto i più deboli e l'ambiente"

Attualità

Consorzio Asi: l'avvocato Vittorio Rina è il nuovo presidente

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento