menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Provoca incidente e si dà alla fuga: rintracciata grazie alle telecamere

La polizia locale di Brindisi ha elevato tre verbali a carico di una donna che procedeva contromano sulla strada dei Pittachi, provocando un sinistro in cui ha perso un carrello appendice

BRINDISI – Si è data alla fuga dopo essersi scontrata con un altro veicolo e aver abbandonato il carrello appendice che trainava con la sua auto. Ma grazie alle immagini riprese dalle telecamere, la polizia locale di Brindisi diretta dal comandante Antonio Orefice è risalita all’identità di una donna che nel pomeriggio di mercoledì (18 aprile) procedeva contromano sulla strada dei Pittachi, provocando un incidente nei pressi del semaforo di via Cappuccini. 

L'incidente

Il sinistro si è verificato intorno alle ore 16,23. Giunti sul posto pochi minuti dopo, gli agenti hanno accertato la presenza di una Citroen Nemo c0b89716-3a03-4358-8c2b-11bbeda45940-2ferma nella propria corsia di marcia, con danni sulla fiancata sinistra, e di un carrello appendice che si trovava a circa 30 metri dalla Citroen, nell’opposta corsia di marcia. Nessuna traccia, però, del mezzo che trainava il carrello. 

La Citroen era condotta da una cittadina di nazionalità francese e residente a Mesagne. La malcapitata, in evidente stato confusionale, è stata trasportata presso l’ospedale Perrino di Brindisi. Intanto gli investigatori, dopo aver ultimato i rilievi del caso, si sono attivati per risalire all’automobilista fuggitivo.

La visione delle immagini

Presso la sala operativa del comando di polizia locale sono state visionate le immagini dell’impianto di videosorveglianza che si trova all’intersezione fra la strada dei Pittachi e via del Lavoro.  Dai filmati è emerso che intorno alle 16,23, pochi secondi dopo l’orario del sinistro, una Peugeot ha effettuato una repentina inversione di marcia, come se il conducente fosse alla ricerca di qualcosa.

db662c84-c602-4e1f-9258-1fb71f88c12a-2Intorno alle ore 8,30 del giorno successivo, tramite il numero di targa della vettura, il responsabile della sala operativa è risalito al numero di telefono del proprietario della Peugeot e lo ha contattato, chiedendo informazioni riguardo al sinistro avvenuto il giorno prima. 

La donna si presenta in caserma

Alle ore 10, si è presentata in caserma una donna. Questa ha dichiarato che il giorno precedente era alla guida della Peugeto 206 e che giunta nel tardo pomeriggio presso la propria abitazione nelle campagne di Brindisi si è accorta di aver perso il carrello appendice. La stessa ha aggiunto che la sua patente di guida (scaduta il 22 agosto 2002, come accertato dalla sala operativa) si trovava presso la propria residenza in un paese in provincia di Catania. 

Alla donna, dunque, sono stati elevati tre verbali: uno per patente scaduta; uno per mancata ripetitiva della targa, con sanzione accessoria del fermo del veicolo per tre mesi; il terzo per circolazione contromano. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Consorzio Asi: l'avvocato Vittorio Rina è il nuovo presidente

Ultime di Oggi
  • Emergenza Covid-19

    Covid, Puglia: pressione ancora alta sugli ospedali, altri 39 decessi

  • Attualità

    Donne e politica: "Un mondo ancora pieno di pregiudizi"

  • Sport

    Palaeventi: Comune di Brindisi - New Arena all’atto finale

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento