Giovedì, 13 Maggio 2021
Incidenti stradali Via San Giovanni Bosco

Auto contro scooter al rione Commenda: grave il motociclista

Si sono rivelate più serie del previsto le condizioni del 30enne che procedeva alla guida del T-Max. L'uomo è ricoverato con prognosi riservata, ma non corre pericolo di vita

BRINDISI – Si sono rivelate più gravi del previsto le condizioni del motociclista alla guida di uno scooter T-Max che ieri sera (1 ottobre) si è scontrato con un’auto in viale San Giovanni Bosco. L’uomo, l’albanese B.T., 30 anni, è ricoverato con prognosi riservata presso il reparto di Chirurgia generale dell’ospedale Perrino. Gli esami clinici hanno messo in evidenza una frattura alla costola, un trauma cranico e la rottura della milza. Va chiarito ad ogni modo che il malcapitato non corre pericolo  di vita.

E’ stata refertata anche la brindisina di 50 anni (M.M. le iniziali del suo nome) che si trovava a bordo della Chevrolet Matiz coinvolta nel sinistro. Ma le sue condizioni non destano preoccupazione.

Gli agenti della polizia municipale di Brindisi, intervenuti per i rilievi del caso, sono al lavoro per far luce sulla dinamica dei fatti. Lo scontro si è verificato intorno alle ore 19,30, all’altezza dell’incrocio fra viale San Giovanni Bosco e via Cattaneo, poco dopo il palazzo della Telecom.

Da quanto appreso, lo scooter procedeva lungo la via principale, mentre la macchina era diretta verso via Cattaneo. L’impatto fra la moto e la parte posteriore della fiancata passeggero della Matiz è stato talmente violento che l’auto ha fatto un testa coda, fermandosi a ridosso di alcune auto in sosta, all'inizio di via Cattaneo. Il motociclista è stato sbalzato sull’asfalto, a pochi passi dal T-Max. A bordo della Matiz, oltre alla donna, si trovava anche un bimbo che fortunatamente è uscito illeso dalla collisione, anche se lo spavento riportato ha reso necessario il trasporto in ospedale.

Alcuni passanti hanno prestato i primi soccorsi all’albanese, in attesa dell’arrivo del personale del 118, giunto sul posto a bordo di due ambulanze. Il 30enne era vigile e cosciente. Il suo quadro clinico in un primo momento sembrava meno serio di quanto poi non è emerso dai riscontri clinici.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Auto contro scooter al rione Commenda: grave il motociclista

BrindisiReport è in caricamento