menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Un incidente avvenuto di recente all'incrocio fra le Mesagne-Torr e la Cellino-Oria

Un incidente avvenuto di recente all'incrocio fra le Mesagne-Torr e la Cellino-Oria

"Troppi incidenti all'incrocio sulla Mesagne-Torre, si intervenga subito"

Lettera di un cittadino sulla pericolosità dell'incrocio fra la strada provinciale Torre Santa Susanna-Mesagne e la Oria-Cellino

TORRE SANTA SUSANNA - La pericolosità dell’incrocio fra la strada provinciale 69 Torre Santa Susanna-Mesagne e la strada provinciale 51 Oria Cellino, noto anche come l’incrocio della chianata di Mesagne”, già teatro di numerosi incidenti, è al centro di una lettera inviata al commissario prefettizio di Torre Santa Susanna, Pietro Massone, e al presidente della Provincia di Brindisi, Maurizio Bruno, da parte di un cittadino di Torre Santa Susanna, Nico Tieni, che sollecita dei lavori di messa in sicurezza del crocevia.

Di seguito, la lettera di Nico Tieni

Mi permetto di intervenire su di una vicenda che va avanti da sempre e che ogni giorno rischia di provocare vittime della strada, mi riferisco a quel maledetto incrocio della strada provinciale 69 Torre -  Mesagne che si incrocia con la provinciale 51 Oria – Cellino.

Egregio Commissario del Comune di Torre Santa Susanna Pietro Massone vorrei che Lei prendesse a cuore questo mio appello, e si facesse portavoce nei confronti della Provincia di Brindisi e che sensibilizzasse lo stesso Presidente Maurizio Bruno, visto che parliamo di sicurezza dei cittadini e che come sancito dalla legge di riforma n 56/2014 della ordinaria manutenzione e miglioramento della viabilità  delle strade provinciali le competenze spettano alla Provincia Stessa.

L’incrocio in questione che Noi tutti lo intendiamo “l’incrocio della chianata di Mesagne.” Un incrocio a raso che negli ultimi anni ha visto morire decine di persone, e migliaia di feriti. Oltre ad aver procurato ingenti danni materiali riversati sul sistema assicurativo il cui ammontare complessivo determina il costo annuale delle polizze si ricorda nella nostra provincia è tra i piu’ alti d’Italia. Le posso anche dire con certezza che si verificano la media di 2 incidenti al mese.

Troppo tempo si è atteso affinché si realizzassero le opere tese ad accrescere la sicurezza stradale di questa importante arteria. Basti pensare che è uno dei pochi incroci, tra strade provinciali ad non essere munito di rotatoria, o semafori. Spero che il mio appello non rimanga inascoltato e che venga preso in seria considerazione e che venga discusso nelle sedi opportune quanto prima per dare maggiore sicurezza stradale alle migliaia di automobilisti che percorrono quel tratto.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Asl Brindisi: avviso pubblico per l'incarico di direttore generale

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Auto rubate tornano in circolazione come cloni: due arresti

  • Cronaca

    Amore non corrisposto: donna irrompe in banca con un coltello

  • Emergenza Covid-19

    Alleviare ansia e paura: le dolci note del violino nell' hub vaccinale

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento