Carabiniere contromano, un morto e due feriti: arrestato

La vittima un impiegato comunale di Brindisi, Desiderio Serio di 59 anni, originario di San Donaci, era sulla carreggiata giusta

BRINDISI – Incidente alle prime ore del giorno di oggi (sabato 12 ottobre) sulla strada statale 613 che collega Lecce a Brindisi: un uomo originario di San Donaci ma residente a Brindisi, Desiderio Serio 59 anni, impiegato presso il Comune settore Attività produttive, ha perso la vita mentre altre due persone sono rimaste ferite e portate in ospedale: si tratta di un amico della vittima e del conducente della seconda vettura coinvolta, un militare dell'Arma, che è stato arrestato dalla Polizia stradale su ordine del pm. 

L’impatto è avvenuto alle 4,30 circa tra una Renault Clio e una Bmw all’altezza della zona industriale di Surbo sulla corsia in direzione Brindisi. Secondo una prima ricostruzione della dinamica uno dei due veicoli, la Bmw, avrebbe imboccato la statale contromano, mentre la vittima viaggiava a bordo di una Clio, e rientrava con l'amico (il 40enne D.F., di San Pietro Vernotico) dopo avere trascorso alcune ore in un locale. 

Alla guida della Bmw c'era un carabiniere forestale di Brindisi di 34 anni, Giuseppe Calianno in servizio a Matera, risultato positivo all'alcol test in ospedale: aveva un tasso di 1,8 grammi per litro di sangue, quasi il triplo del limite stabilito dello 0,5 grammi litro, e che ora risponde di omicidio stradale. La Polstrada di Lecce sta esaminando le registrazioni delle telecamere dell'Anas per integrare la ricostruzione dei fatti. Sembra che il conducente della Bmw abbia percorso una decina di chilometri sulla carreggiata sbagliata.

Sul posto oltre al personale del 118 anche i vigili del fuoco e gli agenti della Polizia stradale che si sono occupati dei rilievi e della viabilità. Il 59enne è deceduto sul colpo, nulla hanno potuto fare i sanitari del 118 per strapparlo alla morte. Calianno si trova piantonato presso l'ospedale Vito Fazzi di Lecce, dove è stato ricoverato con 30 giorni di prognosi, per diverse fratture alle gambe che renderanno necessario un intervento chirurgico. Il 40enne di San Pietro Vernotico, invece, è stato dimesso. Il traffico ha subito rallentamenti, il tratto di statale interessato dall'incidente è stato chiuso al traffico fino alle 8. 

Articolo aggiornato alle 17.04 del 12 ottobre 2019 (carabiniere piantonato in ospedale, dimesso un ferito)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bomba, centro commerciale Le Colonne: il 15 dicembre apertura anticipata

  • Bomba: le direttive sull'evacuazione e l'elenco aggiornato delle vie

  • Bombe, Torino: evacuati in 10mila. Il 15 dicembre toccherà ai brindisini

  • Estate in Sicilia dall'Aeroporto del Salento con voli settimanali

  • Bomba, per l'evacuazione 300 brandine nelle scuole. Previsti colazione e pranzo

  • Minaccia collega per un pagamento: denunciato imprenditore

Torna su
BrindisiReport è in caricamento